Marted́ 27 Luglio16:56:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

VianDante giunge alla sua penultima tappa.

Spettacoli Emilia Romagna | 16:29 - 25 Febbraio 2008 VianDante giunge alla sua penultima tappa.

Con un ottimo indice di gradimento di pubblico giunge ormai alla sua quinta e penultima tappa VianDante, il percorso su temi danteschi condotto presso l’Auditorium della Regione Emilia-Romagna dal dantista Guido Mascagni. Dopo aver affrontato tematiche perloppiù inerenti al percorso esistenziale di ciascuno – in linea dunque con il più autentico significato della Commedia – il viaggio si inoltrerà ora nell’esame delle vicende di due drammatici personaggi storici del tempo di Dante, Guido e Bonconte da Montefeltro. Padre e figlio, dannato all’Inferno l’uno e salvo in Purgatorio l’altro, la loro vicenda è collegata dal sempiterno e tormentoso tema del pentimento e della salvezza, un’istanza chiaramente leggibile sia in senso cristiano che puramente civile. “Un dramma”, afferma il relatore Guido Mascagni “che tocca da vicino ciascuno di noi in ogni momento della nostra vita, una necessaria presa di coscienza alla quale deve necessariamente seguire un cambio di direzione verso il meglio. E’ il senso del percorso dantesco, dalle profondità di ogni personale Inferno alla china di un Purgatorio fatto di faticoso lavoro sulla coscienza e sulle azioni, una cosa dovuta per un miglioramento della vita e per il comune benessere, ma non sempre è così. Sembra strano doverlo dichiarare in questo modo, quasi una banalità. Eppure i tempi d’oggi insegnano: complici l’egoismo ed una certa qual filosofia della furbizia e dell’utile, il male non è spesso soltanto sottovalutato, ma ignorato e addirittura vantato come strumento superiore al bene in vista di certi risultati. I quali poi sono sotto gli occhi di tutti”. L’iniziativa è organizzata dal Circolo Dipendenti della Regione Emilia-Romagna ed è accessibile tramite tessera ottenibile all’ingresso.

< Articolo precedente Articolo successivo >