Sabato 23 Marzo12:44:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Valmarecchia in Romagna; Renzi, si timido da E-R

Rimini | 18:28 - 29 Ottobre 2007 Valmarecchia in Romagna; Renzi, si timido da E-R

"Il parere deliberato dalla Giunta Errani più che un Sì convinto ci sembra un Ni": così il consigliere regionale riminese Gioenzo Renzi (An) sollecita, in una nota, una modifica alla delibera 1475 della Giunta dell'Emilia-Romagna dell'8 ottobre scorso sul passaggio alla Provincia di Rimini dei sette comuni della Valmarecchia pesarese che l'anno scorso si espressero in un referendum a larghissima maggioranza per lasciare la Regione Marche. "L'ultimo capoverso della delibera ci lascia molto perplessi - prosegue Renzi - e quindi, per evitare qualsiasi ambiguità nel parere che dovrà approvare l'Assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna, consideriamo opportuno proporre un emendamento soppressivo per le ultime sei righe della delibera, che testualmente recitano: 'con la considerazione della delicatezza e complessita' della situazione generale che richiede un'equilibrata valutazione della richiesta di aggregazione oggetto del parere, alla luce del contesto generale e dell'iniziativa di revisione costituzionale in corso di approvazione in Parlamentò ". Secondo Renzi, con quel richiamo la Regione Emilia-Romagna "esprime un parere favorevole subordinato al contesto generale e in modo particolare al disegno di legge di modifica dell'art. 132 della Costituzione, il quale se approvato prima del disegno di legge relativo ai sette Comuni, metterebbe per loro una pietra tombale su qualsiasi possibilità di passaggio dalle Marche all'Emilia Romagna".