Luned́ 01 Marzo01:34:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Valentino Rossi: in cinque mesi saro' al top

Sport Nazionale | 18:17 - 11 Gennaio 2011 Valentino Rossi: in cinque mesi saro' al top

Una nuova "grande sfida" per tornare a sognare ed a far sognare tutti i suoi fan, condizioni fisiche permettendo. Pronti via a Madonna di Campiglio all'era nel team di Borgo Panigale di Valentino Rossi, costretto a cominciare la stagione con il freno a mano tirato per via della spalla operata: tra fisioterapia e test a denti stretti il Dottore ci metterà un po' più del previsto per tornare in piena forma. "Speravo di stare un po' meglio - esordisce il pesarese nella sua prima uscita da pilota in Rosso a Wrooom 2011 - c'é tanto lavoro da fare, ma è una bella gara arrivare abbastanza in forma per i test di febbraio. In Malesia non sarò in gran forma, ma spero di poter star bene in moto. Sarà una lotta contro il tempo, la situazione della spalla era più grave di quanto ci aspettavamo. Tornerà al 100% ma ci vorrà più tempo". Condizioni fisiche a parte, per Rossi comincia un'avventura avvincente come quella che lo vide protagonista nel passaggio da Honda a Yamaha, eppure diversa visto che in questo in caso il nove volte campione del mondo dovrà mettere a punto non la Desmosedici, già forte di suo, ma il suo fisico. "Ci vorranno almeno cinque o sei mesi per tornare in forma al 100% e avere la forza. Credo di essere al massimo verso aprile-maggio e spero che i tifosi abbiano pazienza. Quella in Ducati è una grande sfida come quella che ebbi in Yamaha, ma questa volta ci sarà da mettere a posto il mio fisico invece della moto". Mai pensato al ritiro dopo tutte le traversie della scorsa stagione? "Sicuramente e purtroppo non ho più vent'anni, ma l'incidente con la moto da cross e al Mugello mi sarebbe potuto capitare lo stesso. Non ho mai pensato di smettere, ho tanta voglia, questo cambiamento mi porta tante motivazioni in più e quindi qualche anno al top spero di farlo". Rossi parla anche del suo predecessore: "Stoner andava forte con questa moto, ha un grande talento ad adattarsi a tutte le condizioni e aveva un gran feeling con la moto, cosa che io non ho per ora. Dovrò per questo fare tanti chilometri". Ducatisti veri non contentissimi del mio arrivo? "Dipenderà tutto dai risultati". Una battuta Rossi la concede anche su Michael Schumacher, tornato a correre in formula uno dopo il ritiro. "Forse Michael credeva di essere più competitivo al suo ritorno in F1, ma evidentemente, dopo tanti anni fuori dal giro la situazione che ha trovato non è stata quella che si aspettava. Mi sembra comunque - ha continuato Rossi - che non sia per nulla demoralizzato e che sia deciso a continuare ancora a lungo, penso che speri di riuscire a fare ancora buoni risultati". Le condizioni fisiche di Valentino Rossi, ancora in riabilitazione dopo l'operazione alla spalla del 14 novembre scorso, non gli permetteranno di essere in pista per la tradizionale sfida tra piloti di Motogp e F1 prevista a Madonna di Campiglio per venerdì prossimo. Molto attesa era, infatti, la 'gara' con Fernando Alonso. "Ho conosciuto Alonso lo scorso anno mentre ero in visita alla Ferrari - ha detto Rossi - è una persona molto simpatica e ho anche tenuto per lui l'anno scorso. Peccato che il campionato non sia andato come la Ferrari e il mio amico Domenicali si aspettasse. Per quanto riguarda la sfida tra me e lui, non credo che ci sia alcuna possibilità di vederci insieme né per la sfida con i kart e nemmeno per quella in macchina, non sono ancora in forma. Spero che in futuro ci siano ancora delle occasioni per fare delle cose simili, magari con Fernando sulla Motogp e io sulla F1". Nel primo giorno in rosso per il Dottore c'é stato anche il tempo per rispondere ad una domanda lontana dal mondo fatato della MotoGp e cioé sul braccio di ferro tra sindacati e Fiat a Mirafiori. "Al posto dei lavoratori sceglieresti il lavoro sicuro o punteresti i piedi per non perdere diritti acquisiti? Non saprei, non posso rispondere - ha detto Rossi, portacolori della Fiat con la Yamaha nelle ultime stagioni - perché non so bene come è andata la situazione, quindi non posso dire il mio parere".

< Articolo precedente Articolo successivo >