Mercoledì 25 Novembre00:42:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un nuovo attrezzo in piscina: il Water Running

Sport Riccione | 08:59 - 14 Luglio 2008 Un nuovo attrezzo in piscina: il Water Running

L’offerta sportiva dello Stadio del Nuoto si arricchisce di una nuova opportunità: il Water Running. L’attrezzo, una novità assoluta, è stato presentato domenica 13 luglio in conferenza stampa. Sono intervenuti Daniele Ciarabino, titolare della Okeo (la ditta che lo costruisce); Massimo Pironi, presidente della Polisportiva Comunale e Alessandro Casadei, assessore allo Sport del Comune di Riccione.
Il Water Running viene tecnicamente definito un “grande attrezzo” per il movimento sportivo in acqua. Mescola i benefici della pedalata in acqua (dunque di un movimento circolare), con il movimento orizzontale continuo delle braccia. “Il risultato – ha detto Ciarabino – è una tonificazione completa della muscolatura: braccia, gambe, addominali, dorsali. Consente un lavoro aerobico ottimale, valido per le signore che vogliono tenersi in forma senza ‘gonfiare’ la muscolatura, ed efficacissimo per la riabilitazione in acqua e per l’attività degli anziani o di persone con varie patologie vascolari”.
Pironi ha sottolineato che “la Polisportiva vuole sempre essere all’avanguardia. L’anno scorso presentammo la novità del tapis roulant che fino ad oggi è stato provato da più di 500 persone. Ora vogliamo offrire questo nuovo servizio, il Water Running”
Alessandro Casadei ha tenuto a ribadire che “ancora una volta Riccione arriva prima di tutti nel lanciare nuove opportunità nel campo del benessere, come in altri settori”.
Dopo la conferenza stampa, Pironi, Casadei e alcuni dirigenti e tecnici della Polisportiva sono scesi in acqua per provare il Water Running. Per loro, una “master class” apposita guidata da Paola Gerali, docente nazionale della Okeo. Il nuovo attrezzo sarà subito a disposizione del pubblico; le prime lezioni collettive dovrebbero partire a fine mese.

Nella foto Pironi e Casadei