Lunedý 23 Novembre22:59:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Un delirio di rosa per il capodanno d'estate

Turismo Rimini | 16:16 - 06 Luglio 2008 Un delirio di rosa per il capodanno d'estate

Si è visto di tutto la scorsa notte sulla Riviera Romagnola, dalla piadina al latte rosa, dal drink al menu rosa, dalle fontane agli aquiloni rosa. E anche la lavatrice in cui si entra spenti e si esce illuminati di rosa. La fantasia non ha avuto limiti per questa terza edizione della 'Notte Rosa'. A parte gli affollatissimi eventi, oltre 300, svoltisi lungo i 110 chilometri di costa interessata, sul lungomare si sono illuminati 1.500 lampioni che emettevano una luce rosata che ha lasciato il posto a mezzanotte alle luci e agli scoppi dei fuochi d'artificio sparati da 25 postazioni poste sulla battigia. Sono stati almeno 10 mila i gadget diffusi tra i turisti, ma si tratta solo quelli ufficiali. In realtà ogni bagno ha proposto omaggi personalizzati: dallo shampoo colorante al cilindro e mantello rosa al ciondolino per cellulare. I viali di Bellaria Igea Marina sono stati adornati con 10 mila rose e 20 mila glicini; le 10 mila brandine della spiaggia di Riccione sono state rivestite di rosa e addirittura a Misano sono riusciti a colorare di rosa le barriere frangiflutti, ricoprendo gli scogli con dei teli colorati. Il grattacielo di Cesenatico, il Grand Hotel di Rimini, il ponte di Tiberio, la fontana dei Quattro cavalli: dovunque il visitatore si girasse, si imbatteva in un unico colore. Ma la monotonalità cromatica si è imposta anche nell'abbigliamento: quasi tutti avevano almeno un accessorio rosato, così come rosato era il vino in ristoranti e trattorie. Entusiasta l'assessore provinciale al Turismo di Rimini, Marcella Bondoni, vero motore dell'iniziativa: "E' andata da Dio, un milione e mezzo di presenze e anche di più, strade in overbooking, concerti meravigliosi - ha detto - Ho girato con il mio motorino tutta la notte e questa mattina alle 6 c'era ancora gente in giro. Sono davvero soddisfatta per questa edizione della Notte Rosa a cui stiamo lavorando dal novembre scorso, e devo ringraziare tantissimo i miei collaboratori all'assessorato che hanno lavorato molto e bene". Tanti i controlli da parte della Polstrada con l'etilometro su chi guidava: un solo caso di ritiro della patente, ai danni di un bolognese di 23 anni - F.F., residente a Pianoro - che aveva un tasso alcolico dello 0,85 grammi per litro. Il giovane è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e gli è stata confiscata la moto di grossa cilindrata sulla quale era in sella. In totale 11 le contravvenzioni elevate con il ritiro di una carta di circolazione e 35 punti decurtati sulle patenti; 6 conducenti sorpresi senza cinture di sicurezza. Davvero poca cosa per una tale invasione della Riviera.