Luned́ 21 Settembre15:53:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tumore utero: interrogazione di Leoni alla regione

Sanità Emilia Romagna | 13:59 - 23 Maggio 2008

“La Regione nega a migliaia di giovani emiliano romagnole la somministrazione del vaccino trivalente per la prevenzione del Papilloma Virus, maggiore responsabile dell’insorgenza del tumore al collo dell’utero. E questo solo perché la ditta che quest’anno ha vinto il bando della Regione Emilia Romagna per la fornitura del vaccino, sarebbe in grado di fornire solo il vaccino bivalente e non il trivalente, come indicato e previsto dal Ministro della Sanità”. A denunciarlo con una specifica ed articolata interrogazione all’Assessore regionale alla sanità Giovanni Bissoni, è il Consigliere regionale del PDL Andrea Leoni.

“Su un tema così importante come la prevenzione tra le giovani generazioni dell’insorgenza del tumore al collo dell’utero non si possono commettere leggerezze e tanto meno ragionare con la logica del risparmio. Urge una risposta immediata alle migliaia di famiglie delle giovani a cui è stato somministrato e verrà somministrato un vaccino non completo come quello previsto ed il formale impegno dell’Amministrazione regionale affinché episodi del genere non si verifichino negli anni a venire”.