Giovedý 26 Novembre12:48:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre rassegne a Rimini su donne e lavoro precario

Eventi Rimini | 22:25 - 29 Aprile 2008 Tre rassegne a Rimini su donne e lavoro precario

Tre mostre sul tema del lavoro, e in particolare sulle donne e le lavoratrici precarie ('La stanza segretà, 'Requiem' e 'L'altra metà del lavorò). Questo il programma di 'Manifesta, il lavoro delle donne', seconda edizione della manifestazione culturale in programma a Rimini dal 2 all'11 maggio tra il Palazzo del Podestà, la Cineteca comunale e il teatro degli Atti della città romagnola. La manifestazione, promossa dall'assessorato alle Politiche del lavoro del Comune di Rimini, sarà inaugurata venerdì alle 17.30. 'La stanza segreta' è un progetto espositivo di Claudio Ballestracci. In mostra quattordici artiste che si misurano con l'antico rituale del perdersi per trovare un altrove, un ignoto, una imprevedibile via d'uscita. 'Requiem' è un progetto di Lucia Baldini, Claudio Ballestracci, Franco Pozzi, con video di Stefano Bisulli e fotografie di Daniele Casadio: rende omaggio alla ex corderia di Viserba, località del riminese, e a tutte quelle 'cattedrali di luci e di ombre' dimenticate dall'uomo ma immerse nel paesaggio urbano. Questo sito di archeologia industriale, che ha radici ottocentesche, ha avuto più funzioni: da mulino per la pillatura del riso fino a fabbrica di filati e corde. 'L'altra metà del lavorò è invece una mostra fotografica di Max Mandel con testo di Alessandro Giovanardi. In mostra ritratti femminili inediti nell'ambito di un progetto fotografico che nasce espressamente per 'Manifesta' e che racconta i volti delle donne al lavoro. In aggiunta il concerto del gruppo 'Fotomosse', lo spettacolo teatrale 'Underwork' di Babilonia Teatri sul lavoro precario; 'Particelle' di Giuseppe Battiston e Piero Sidoti, performance agro-dolce tra parole e musica che racconta la vita precaria delle nuove generazioni.