Martedý 31 Marzo19:19:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tre arresti a Rimini per estorsione con spari a imprenditore

Cronaca Rimini | 09:54 - 29 Settembre 2007 Tre arresti a Rimini per estorsione con spari a imprenditore

Due pregiudicati calabresi, già sorvegliati speciali, e un lavoratore edile macedone sono stati arrestati dai carabinieri del comando provinciale di Rimini con l'accusa di estorsione, porto e detenzione illegale di arma da guerra, incendio doloso di un'autovettura e lesioni personali gravissime. I tre avrebbero esploso 14 colpi di pistola contro la casa di un imprenditore di Riccione che qualche giorno prima era stato aggredito e ferito dai tre in un cantiere. Al malcapitato i malviventi avevano fatto una richiesta estorsiva di 100.000 euro. Le indagini del Ris di Parma hanno appurato che la stessa arma era stata usata in un'analoga azione criminale contro gli uffici di un noto imprenditore edile della riviera.