Mercoledý 30 Settembre01:14:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

TORNA DI MODA VIAGGIO HIPPY, UN FESTIVAL LO RICORDA

Eventi Verucchio | 12:34 - 27 Luglio 2007 TORNA DI MODA VIAGGIO HIPPY, UN FESTIVAL LO RICORDA

Un festival internazionale interamente dedicato al viaggio hippy: si svolgerà dal 29 luglio al 4 agosto a Verucchio (Rimini) ed è organizzato dalla 'Scuola del viaggio', nata da un'idea di Claudio Visentin, docente presso l'Università della Svizzera italiana di Lugano. "Negli anni Sessanta migliaia di giovani europei e americani, affascinati dall'Oriente e in fuga dalla lotta quotidiana per il guadagno e la carriera - spiega Visentin - percorsero la 'rotta hippy', seimila miglia attraverso sei Paesi e tre grandi religioni. Una generazione ispirata da Kerouac, Ginsberg, i Beatles e Bob Dylan guardò con curiosità ad altri popoli e civiltà e, prima della grande stagione dell'impegno politico, pensò che solo cambiando se stessi avrebbe potuto cambiare il mondo. Nel frattempo, questi giovani si divertirono parecchio". Oggi, a 40 anni da quella stagione, si assiste da una grande ripresa dello stile di viaggio hippy, che si concretizza, tra l'altro, nella ricerca del low cost, nel viaggio a piedi, zaino in spalla e che è presente anche in alcune delle principali guide internazionali, come Lonely Planet e Routard. La Scuola del Viaggio si propone di far crescere nei partecipanti la capacità di osservare, capire, sentire e raccontare l'esperienza del viaggio, in collaborazione con grandi viaggiatori, fotografi e scrittori di viaggio italiani e stranieri. Finora, oltre 70 ragazzi hanno partecipato all'iniziativa, che ha messo in campo laboratori, studi e progetti. Gli studenti, che provengono dalle università di Pavia, Pisa e Lugano (il progetto è interuniversitario), parteciperanno al festival dedicato al viaggio hippy con lavori che li vedranno impegnati durante il giorno; la manifestazione, ricca di appuntamenti, sarà aperta al pubblico ed a ingresso gratuito la sera, con, nel filale, sabato 4 agosto, lo spettacolo 'Hippie hippie hurra'' della Lega d'improvvisazione teatrale di Firenze. I mezzi di trasporto curiosi, originali, estremi e le avventure di chi ne ha fatto uno stile di viaggio, saranno invece i protagonisti della serata del 3 agosto, quando Paolo Brovelli, viaggiatore, fotografo e scrittore, racconterà la storia di un viaggio lungo la via della seta, da Lisbona a Pechino, a bordo di un piccolo e lento motocarro e Danilo Elia, avvocato appassionato viaggiatore, racconterà come ha percorso con un amico e una Fiat Cinquecento di trent'anni fa, i sedicimila chilometri che separano Bari da Pechino per raccontare poi questo singolare viaggio nel volume 'La bizzarra impresa'.