Sabato 28 Novembre17:37:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tenenza di Savignano, benestare sul progetto

Savignano sul rubicone | 13:36 - 11 Agosto 2009 Tenenza di Savignano, benestare sul progetto

Il progetto per la sede che ospiterà la Tenenza dei Carabinieri di Savignano sul Rubicone ha incassato il benestare del Comando Interregionale Carabinieri Vittorio Veneto. Il parere favorevole, inoltrato per lettera all'attenzione del Sindaco di Savignano Elena Battistini, proviene dall'Ufficio Logistico e ha avuto anche il supporto di un sopralluogo compiuto di persona due giorni fa dal Generale Gianfranco Massaro della Legione dei Carabinieri Emilia Romagna. Erano presenti al sopralluogo, che ha avuto esito positivo, il Colonello Mariano Angioni Comandante Provinciale, il Tenente Colonnello Vito Camassa, Comandante della Compagnia di Cesenatico e il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Savignano Maresciallo Vincenzo Di Canosa.

Vivo apprezzamento è stato espresso dal Generale Massaro per l'impegno ed il forte investimento che l'Amministrazione Comunale dedica al sostegno dell'operato dell'Arma locale. “Un impegno che trova riscontro – ha detto il Sindaco Elena Battistini – nella continua collaborazione tra l'Amministrazione Comunale e i vertici dell'Arma. Il dialogo è ininterrotto, premessa indispensabile per garantire il controllo del territorio. Dal canto mio la dedizione su questo versante sarà sempre alta, perché la sicurezza dei cittadini resta al primo posto nella mia agenda di lavori”.

Il progetto della nuova sede, redatto dagli Ingegneri Daniele Capitani, Responsabile dell'Ufficio Lavori Pubblici del Comune di Savignano sul Rubicone e Roberta Vandi, del Servizio Progettazione dell'Ufficio Lavori Pubblici, prevede un intervento di ristrutturazione per la Caserma già esistente in via Don Minzoni (692 metri quadrati) e un intervento di costruzione ex novo che riguarda l'ampliamento della stessa (1700 metri quadrati).

Il vecchio corpo di fabbrica, una volta ristrutturato, ospiterà al piano terra tutti gli uffici e al primo piano due appartamenti destinati al comandante della stazione e a un militare con famiglia. Il fabbricato nuovo accoglierà la rimessa nel piano interrato; al piano terra tre appartamenti di circa 75 metri quadrati oltre a zona mensa, ristoro e cucina; al primo piano 12 camerate e un appartamento di 105 metri quadrati.

L'acquisizione del parere positivo dell'Arma sul progetto è fondamentale perché va a verificare l'idoneità della struttura ed è l'ultimo passaggio per ottenere il nulla osta del Ministero per l'inizio lavori.