Mercoledý 27 Ottobre13:07:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tangente a ex per non mettere video hard su internet

Cronaca Rimini | 13:13 - 11 Aprile 2008 Tangente a ex per non mettere video hard su internet

Partecipavano a incontri sessuali con altre coppie sulla riviera romagnola, e per 'diffondere' le loro abilità nei rapporti avevano prodotto un filmato hard. Poi la coppia si è sciolta e lui ha ricattato l'ex fidanzata chiedendole dei soldi, prima 1.000 poi 50 mila euro, per non mettere su Internet il loro film, ma lei si è rivolta ai carabinieri che hanno arrestato l'uomo per tentativo di estorsione. Protagonisti della vicenda sono una giovane donna romena e un giovane campano, Pasquale Nisio, di 23 anni, residente a Rimini, che adesso è recluso nella casa circondariale di piazza Lanza di Catania. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia Piazza Dante, i due si conoscono a Rimini e si fidanzano. Entrambi effettuano prestazioni sessuali a pagamento. Le loro capacità 'amatoriali' sono pubblicizzate con un film con scene hard che avevano loro stessi realizzato. Poi la relazione sentimentale finisce e si chiude anche la loro 'societa''. Secondo l'accusa, Nisio non accetta la separazione e ricatta la sua ex fidanzata e collega di 'lavoro' chiedendole mille euro per evitare che il loro filmato finisca su Internet. Le pretese del giovane crescono e mentre la donna è a Catania riceve l'ennesima telefonata minatoria: 50 mila euro in cambio della distruzione del filmato. La romena finge di accettare ma si rivolge ai carabinieri della compagnia di Piazza Dante. Il giovane campano arriva a Catania per prendere i soldi in un bar del centralissimo corso Sicilia, ma tra i clienti, fingendo di essere turisti, ci sono anche dei militari dell'Arma che lo arrestano per tentativo di estorsione.

< Articolo precedente Articolo successivo >