Sabato 22 Gennaio11:22:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Tagli spettacolo: Ronchi, problema non sono le risorse

Spettacoli Santarcangelo di Romagna | 18:41 - 11 Luglio 2009 Tagli spettacolo: Ronchi, problema non sono le risorse

I tagli al Fondo unico dello spettacolo (Fus) preoccupano solo in parte l' assessore alla cultura della Regione Emilia-Romagna, Alberto Ronchi, che ha partecipato a un incontro al festival di Santarcangelo. "Il problema in Italia - sottolinea a margine dell'incontro - non è solo questione di risorse: se hai più soldi oggi, in queste condizioni, non produci una situazione migliore. Prima servono le riforme - spiega - le risorse aggiuntive solo dopo, per sapere dove metterle". Per le riforme del settore, Ronchi evidenzia "due buone notizie a livello nazionale. La prima è una proposta di legge bipartisan a livello parlamentare che è sullo spettacolo tutto, non sui segmenti (danza, teatro, musica), perché non si può lavorare per compartimenti. La seconda è la riforma degli enti lirici: la legge sulle fondazioni non funziona, il meccanismo attuale 'mangia' più del 50% delle risorse dello spettacolo e comunque le fondazioni sono tutte in crisi. E serve anche la riforma della legge sul cinema". E questo nonostante lirica e cinema siano gli unici segmenti del settore ad avere una legge ad hoc. Per Ronchi serve dunque quella legge su tutto lo spettacolo presentata in Parlamento e che - ha detto - "a settembre partirà. Certo poi bisognerà vedere che fine farà. Servirà anche il confronto con le Regioni e bisognerà controllare che, una volta a posto la normativa, le risorse arrivino davvero a sostenere le riforme. Ma prima - ha ribadito - non credo che più risorse possano risolvere la situazione".

< Articolo precedente Articolo successivo >