Sabato 28 Novembre05:58:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Suoni in mostra ‘ammaliano’ 12 mila cittadini riminesi

Eventi Rimini | 15:21 - 07 Aprile 2008

Sono state circa 12 mila le presenze di bambini e adulti nei due mesi di svolgimento della mostra-gioco 'Suoni' del Museo dei Bambini di Milano Mu.Ba, allestita sino dal 23 gennaio al 30 marzo 2008 nella sala dell'Arengo in piazza Cavour a Rimini, su iniziativa dell'Assessorato alla qualità di vita  dei bambini del Comune di Rimini insieme al Centro per le famiglie e all'Assessorato alla Scuola, formazione, lavoro e Università della Provincia. Il dato testimonia il successo oltre ogni previsione di una particolare esposizione che si basa sul gioco con strumenti inconsueti, per promuovere la curiosità dei più piccoli attraverso il divertimento: la mostra-gioco 'Suoni' invitava infatti i bambini dai 3 agli 11 anni a interagire con gli stimoli delle tredici postazioni organizzate per giocare e riflettere sui suoni, la musica e i rumori. Al di là dell'età individuata dagli allestitori, sono stati molti anche i bimbi più piccoli ad essere incuriositi dagli strumenti, trovando occasione di giocare con stimoli inconsueti e divertenti. Nel dettaglio sono state 141 le visite guidate per scolaresche e gruppi educativi negli orari riservati al mattino. In tutto 500 insegnanti e 4906 alunni, dei quali 1521 appartenenti alla scuole d'infanzia del comune di Rimini, 601 alle scuole d'infanzia della provincia, 1911 alle scuole elementari comunali, 495 alle scuole elementari provinciali e 21 alle medie inferiori (Alighieri di Rimini). Quindi visite dalla scuola elementare di Fiorentino (San Marino), dalla scuola d'infanzia 3 Giardini di Pesaro, e dalla scuola d'infanzia Elisa Lari di Reggio Emilia. I gruppi educativi coinvolti sono stati Santa Giustina, Monte Tauro, Centro Zavatta, Scout Rimini, Media Alighieri, Istituto Einaudi, Comunità Educativa Mercara di Savignano, Coopland Santarcangelo, Istituto professionale Macrelli di Cesena. A questi numeri vanno aggiunte le 6.000 presenze pomeridiane, con medie di 300 visitatori nei festivi e una punta di 460 ingressi nel pomeriggio di domenica 17 febbraio.