Giovedý 05 Agosto11:34:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Strangolata in casa: forse compagno pensava suicidio

Cronaca Verghereto | 15:51 - 25 Agosto 2008

Un tubo di gomma e nastro adesivo sono stati trovati dai carabinieri nell'auto di Luca Ferri, 27 anni, il fidanzato di Silvia Zanchi, 24, la donna trovata venerdì scorso strozzata nell'abitazione della coppia, a Sansepolcro. Secondo gli investigatori, Luca, scomparso dal giorno della scoperta del cadavere, potrebbe aver meditato di suicidarsi inalando il gas di scarico dell'auto attraverso il tubo. L'auto di Luca, una Seat Ibiza, è stata trovata sabato a Verghereto (Forlì-Cesena). Le ricerche dell'uomo continuano e sono condotte da unità cinofile, carabinieri, forestale e protezione civile, che stanno setacciando la zona dove è stata trovata l'auto. Intanto, stamani, all'obitorio dell'ospedale San Donato di Arezzo, è iniziata l'autopsia sul corpo di Silvia; in mattinata, la sua famiglia ha nominato un proprio legale, l'avvocato Giuseppe Fanfani. Fra i moventi ipotizzati dagli investigatori, coordinati dal pm Elisabetta Iannelli, c'é la gelosia di Luca verso Silvia: lei stessa avrebbe confidato agli amici di essere stanca dell'atteggiamento dell'uomo.

< Articolo precedente Articolo successivo >