Venerd́ 03 Dicembre17:50:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Staminali: S.Marino, controlli più rigidi su aziende

Attualità Repubblica San Marino | 21:01 - 11 Febbraio 2009

La Repubblica di San Marino dice basta alle aziende che dichiarano di offrire servizi non autorizzati nell'ambito delle terapie che utilizzano cellule staminali. Con una delibera votata stamane, infatti, il Governo ha deciso di affrontare la questione con l'avvio di due iter legislativi. Uno riguarda l'istituzione del Comitato di bioetica ed etico, che dovrà affrontare i problemi di natura etica che possono emergere con il progredire della ricerca e con la comparsa di nuove possibili applicazioni di interesse clinico. La seconda legge a cui si lavorerà, invece, avrà la funzione di recepire le direttive europee in materia di emoderivati, cellule staminali, tessuti e organi umani. Raccogliendo l'appello delle aziende autorizzate che operano legalmente sotto il Titano, il Congresso di Stato ha anche dato mandato all'Authority sanitaria di fare controlli non solo sulle strutture che hanno già avuto apposita autorizzazione, ma anche su soggetti che possono essere coinvolti in attività riconducibili all'utilizzo di materiale biologico umano. Se esistono quindi agenzie e imprese che non hanno compiuto i necessari iter autorizzativi o che figurano come aziende operanti in altri settori, l'Authority sanitaria potrà ora avviare controlli e segnalare le irregolarità. Allo stato attuale le aziende autorizzate alla sola conservazione delle cellule staminali autologhe adulte sono sei, di cui due operative in quanto hanno già ottenuto tutte le autorizzazioni previste dalla normativa.

< Articolo precedente Articolo successivo >