Marted́ 29 Settembre22:12:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sindacati Rimini criticano Fabbri

Rimini | 12:47 - 16 Maggio 2008 Sindacati Rimini criticano Fabbri

I sindacati provinciali di Rimini attaccano il presidente della Provincia Ferdinando Fabbri sul trasporto pubblico locale, accusandolo di non averli consultati. I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Meris Soldati, Massimo Fossati e Giuseppina Morolli, affermano che 'ancora una volta il Presidente della Provincia di Rimini procedera' in solitaria nella decisione di importanti interventi che riguardano la vita dei cittadini. In questo caso si tratta della riorganizzazione del trasporto pubblico locale che verrà discusso nella seduta del Consiglio provinciale del 20 maggio a partire da un 'atto di indirizzo' che verrà presentato dallo stesso presidente Fabbri". "Al di là del merito di una materia così complessa come il trasporto pubblico - aggiungono i sindacati riminesi - della sua rilevanza strategica e del ruolo che dovrebbe assumere nell' ambito della più generale mobilità, la decisione di affrontare il problema senza avvertire la necessità di confrontarsi con le forze sociali dimostra il basso livello a cui sono giunte le relazioni sindacali con l'attuale presidenza. Negare gli spazi di partecipazione non fa bene alla democrazia, così come l' autoreferenzialità della politica. Per questo avremmo auspicato, su questo tema come su altri, un coinvolgimento delle Organizzazioni sindacali e la pratica della tanto decantata concertazione sindacale, elemento per la costruzione della coesione sociale spesso richiamata dal presidente della Provincia, ma da lui stesso scarsamente praticata". Interpellato dai giornalisti, Fabbri ha opposto un "no comment".