Mercoledý 01 Dicembre10:45:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Siglato protocollo d’intesa tra Comune e sindacati

Rimini | 15:11 - 29 Gennaio 2009

Dopo una fase di confronto e di concertazione, Comune di Rimini e organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl, Uil confederali e sindacati pensionati provinciali) hanno sottoscritto il protocollo d’intesa sulla manovra di Bilancio 2009.

L’accordo sul bilancio 2009 rappresenta la conclusione di un percorso denso di confronti che ha consentito la messa a punto di condivisi, importanti ed innovativi strumenti di sostegno sociale, in considerazione della preoccupante situazione economica internazionale emersa nel secondo semestre 2008, che avrà ricadute nel breve e nel medio termine, anche sul territorio riminese. Ciò in termini di occupazione, assorbimento della forza lavoro, capacità delle imprese di restare sul mercato, mantenimento del potere d’acquisto e di un dignitoso tenore di vita da parte delle famiglie.

Amministrazione comunale e organizzazioni sindacali si sono impegnate a confermare ed accelerare il confronto sugli impegni sottoscritti nel verbale di accordo sul bilancio 2008 che riguardano: appalti pubblici e lotta al lavoro nero; sicurezza sul lavoro; politiche di welfare; politiche per l’infanzia; politiche abitative; politiche di pianificazione e per la qualità territoriale; politiche dell’immigrazione; politiche degli eventi; politiche del personale; sicurezza urbana e mobilità sostenibile. 

Le parti inoltre si sono impegnate a proseguire il lavoro del tavolo di concertazione per la revisione e rimodulazione del complesso delle esenzioni/agevolazioni, definendo il nuovo modello ISEE. Già concordato a tale proposito l’innalzamento della soglia di reddito ISEE per l’accesso dei pensionati all’agevolazione TIA (da 11.000 a 13.000 euro).

Con la sigla di questo protocollo vengono confermate per il 2009 gli incrementi e le nuove agevolazioni istituite nel 2008 per le famiglie dei lavoratori dipendenti e viene previsto l’incremento del fondo destinato alle politiche di sostegno al reddito di 250.000 euro. Tale somma sarà destinata a misure a favore di cassintegrati, nuovi disoccupati e famiglie numerose.

Nel merito, le misure di sostegno al reddito concordate dalle parti si riferiscono a lavoratori dipendenti il cui rapporto di lavoro è oggetto di ricorso alla Cassa Integrazione guadagni ordinaria e straordinaria e alla risoluzione del rapporto di lavoro nel corso del 2009.

Tali interventi si riferiscono all’esenzione o riduzione delle rette a carico dei nuclei familiari i cui figli frequentano gli asili nido e/o si avvalgono della refezione scolastica nella scuola dell'infanzia, anche paritaria ed anche qualora situata in altri comuni.

Le misure su indicate avranno decorrenza dal 1 gennaio 2009 e cesseranno al termine dell'anno educativo e scolastico 2009-2010.

Per le famiglie numerose è previsto l’innalzamento della soglia di reddito ISEE da 18.000 a 23.000 euro per l’esonero dal pagamento delle rette di asili e scuole materne del terzo figlio (e oltre) e lo sconto del 50% sul costo del trasporto scolastico dal terzo figlio in poi.

< Articolo precedente Articolo successivo >