Luned́ 06 Dicembre13:15:04
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Siccità: procura di Rimini indaga su furti d'acqua

Cronaca Rimini | 09:12 - 04 Febbraio 2008 Siccità: procura di Rimini indaga su furti d'acqua

La Procura della Repubblica di Rimini indaga su possibili furti d'acqua dai pozzi e dagli invasi del Riminese e della Romagna, che avrebbero aggravato la situazione di siccità verificatasi lo scorso anno. L'inchiesta é partita da un esposto anonimo che il procuratore Franco Battaglino ha ricevuto e ha girato alla Forestale. Secondo l'anonimo denunciante, infatti, più di un proprietario di terreni agricoli e orti avrebbe aperto pozzi abusivi per prelevare l'acqua, il cui consumo era stato limitato dalle ordinanze dei sindaci per far fronte alla siccità. Siccità tale che aveva portato a chiudere l'invaso del Conca e stava prosciugando quello di Ridracoli, nel forlivese. Un invaso che, appunto attraverso i furti d'acqua che sarebbero avvenuti dai fiumi del riminese - che apportano l'acqua a Ridracoli - , sarebbe stato indirettamente danneggiato. Tutti i pozzi regolarmente denunciati erano stati chiusi la scorsa estate. Ora la domanda a cui tentano di rispondere gli inquirenti è quanti pozzi abusivi siano rimasti aperti.

Servizio audio

< Articolo precedente Articolo successivo >