Martedý 02 Marzo15:57:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sevizie e botte alla moglie:egiziano arrestato

Cronaca Rimini | 09:37 - 22 Gennaio 2008 Sevizie e botte alla moglie:egiziano arrestato

E' finito in carcere un egiziano di 33 anni, residente a Cattolica, nel riminese. L'uomo è accusato di rapina, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali in danno della propria consorte, un'italiana di 50 anni. Nella mattinata di ieri la donna è finita all'ospedale di Rimini: i sanitari le hanno riscontrato la frattura del radio e della scapola destri, oltre a contusioni ed ecchimosi multiple, guaribile in 30 giorni. I carabinieri della tenenza di Cattolica, avvertiti, hanno cominciato le indagini recandosi nell'abitazione della coppia e hanno raccolto elementi tali da portare all'arresto dell'egiziano. Alcuni testimoni hanno riferito che l'altra sera, intorno alle 20 all'interno dell'abitazione dei coniugi, l'uomo, utilizzando un nastro per imballaggio, aveva legato la donna ad una sedia, l'aveva imbavagliata e, dopo averla picchiata con calci e pugni al torace e al volto, l'aveva costretta a consegnare 300 euro in contanti, la carta bancomat e un anello in oro. Poi era uscito: solo al suo rientro aveva liberato la moglie, circa 30 minuti dopo. Alle 9 del mattino successivo, mentre il marito dormiva, la donna ha trovato il coraggio di uscire dall'abitazione chiedendo l'intervento del personale del 118 che l'ha condotta all'ospedale di Rimini. L'arrestato è stato portato nel carcere di Rimini, a disposizione della procura della repubblica di Rimini.

< Articolo precedente Articolo successivo >