Lunedý 30 Novembre21:59:03
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sevizia la convivente, arrestato

Cronaca Forlì | 15:34 - 17 Giugno 2008

Un marocchino di 33 anni, già noto alle forze dell'ordine, ha fatto vivere una notte d'incubo e di violenze sessuali alla sua convivente, una connazionale di 23 anni, ma è stato arrestato dalla squadra mobile di Forlì dopo che la donna ha approfittato di un attimo di distrazione ed è riuscita a dare l'allarme Nel pomeriggio di venerdì scorso l'uomo, già alticcio, dopo averla rinchiusa in casa ha iniziato a malmenarla, a quanto pare per motivi di gelosia. Il pestaggio, aggravato da lievi ferite inferte con un coltello e da violenze sessuali, è proseguito per tutta la notte. Il mattino successivo, come se nulla fosse accaduto, l'uomo ha accompagnato la donna, pesta e visibilmente scossa, in un bar sotto casa per fare colazione. Qui la giovane, approfittando di un momento di distrazione del compagno, si è chiusa a chiave nel bagno, senza più uscire sino a quando non è stato chiamato il 118. I sanitari l'hanno accompagnata al pronto soccorso per le medicazioni, seguita dal convivente intenzionato a non farla parlare. La donna ha però trovato la forza di raccontare tutto ai medici che hanno provveduto a chiamare la polizia che, a sua volta, ha arrestato il magrebino, accusato di violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni.