Marted́ 27 Luglio05:35:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Serie B: top e flop della terza giornata

Sport Nazionale | 09:51 - 14 Settembre 2008 Serie B: top e flop della terza giornata

Il podio della 3° giornata

Zampagna e Noselli (Sassuolo): mister Mapei Giorgio Squinzi non ha badato a spese per prelevarli da Vicenza e Mantova. I due attaccanti ricambiano, trascinando la squadra alla vittoria contro la capolista Grosseto: Zampagna assiste di testa, Noselli apre le marcature; i due si scambiano il favore e nella ripresa l’ex attaccante vicentino infila di esterno destro la palla che chiude il match.

Paloschi (Parma): facile menzionare Cristiano Lucarelli (giocatore fuori categoria) o Leon (rigore procurato e assist per la rete di Matteini), scegliamo così Paloschi, per la capacità di riprendersi dal gol sbagliato contro il Rimini. Non è un gigante, ma di testa ha ottima coordinazione e tatticamente si muove egregiamente. Sembra aver imparato bene i trucchi del mestiere da Pippo Inzaghi.

Quadrini (Treviso): è il simbolo del nuovo Treviso, umile e combattivo. Gotti lo lancia, come nelle amichevoli estive, nel ruolo di trequartista, lui si esalta. Ad una buona tecnica, coniuga un buon dinamismo; giocando più vicino alla porta, le sue staffilate possono davvero far male al portiere avversario: Agliardi collabora, ma la firma della vittoria è sua.

L’antipodio della 3° giornata

Rincon (Ancona): nonostante gli scudetti, l’Inter porta in Italia ancora qualche candidato al premio “Meteora dell’anno”. Il brasiliano inizia da terzino sinistro, nella ripresa passa a destra ed è il disastro. Il fallo da rigore è parso fuori area, ma nel secondo tempo non si è fatto mancare niente, fra lisci (occasione di Leon sventata da Sirigu) e uno contro uno persi (quarta rete del Parma).

Corvia (Empoli): tatticamente, giocatore prezioso per le sponde a favore dei trequartisti Lodi e Vannucchi. Il problema è che la punta centrale qualche pallone deve buttarlo dentro. L’Empoli non ha ancora vinto, ma senza Saudati, Pozzi e Coralli, con Corvia davanti, far gol è un’impresa. Nel finale andava espulso, quando è franato addosso al portiere Narciso in netto anticipo sulla palla.

Acerbis (Grosseto) e Agliardi (Rimini): il portiere del Grosseto esce fuori tempo e abbatte Erpen, prendendosi il rosso e spianando la strada al trionfo del Sassuolo. Agliardi nel primo tempo compie una straordinaria doppia parata su Quadrini e Baccin, ma pecca di ingenuità sul gol dello stesso Quadrini, nel tentativo di fermare la sfera in due tempi.

Riccardo Giannini

< Articolo precedente Articolo successivo >