Martedì 03 Agosto00:09:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Serie B: conosciamo il Treviso, prossimo avversario del Rimini

Sport Rimini | 21:40 - 12 Settembre 2008 Serie B: conosciamo il Treviso, prossimo avversario del Rimini

La scorsa estate il Treviso si presentò ai nastri di partenza della serie B come una delle grandi favorite per la promozione, in virtù di una campagna acquisti faraonica e dell’ingaggio di un allenatore come Bepi Pillon che dava ampie garanzie di successo. Dopo un anno tutto è cambiato. Raggiunta la salvezza con tanto affanno, il Treviso ha affidato la panchina ad un semiesordiente come Luca Gotti, allenatore nelle giovanili del Milan e della nazionale Under 17. Il mercato è stato povero, con cessioni pesanti (Calderoni, Barreto, Lupoli, Russotto), a cui non sono corrisposti arrivi altisonanti. Che prospettive allora per i trevigiani ? Partire con i fari spenti, per conquistare obiettivi quali la zona tranquillità e la salvezza, potrebbe essere la chiave di volta per una stagione di soddisfazioni, perché in fondo l’impianto di gioco non è stato smantellato, se il destro di Quadrini rimane ben calibrato, se Guigou recupera pienamente dai guai fisici, se Beghetto continua a buttarla dentro, allora il miracolo dei trevigiani potrebbe compiersi. Altrimenti, nella Marca si prevedono problemi grossi.

Mercato: giovedì è stato ingaggiato lo svincolato Roberto D’Aversa, reduce da una buona stagione a Messina, dove è stato impiegato anche nel ruolo di centrale difensivo. D’Aversa prende il posto di Giunti, che dopo 6 mesi deludenti, non è stato riconfermato. Fra i pali la società ha deciso di dare fiducia a Cordaz, estremo difensore scuola Inter, 5 presenze in 2 anni e mezzo a Treviso, cedendo il pur deludente Calderoni al Torino. A Vicenza è finito il promettente Frison, ex Manfredonia, in cambio di Guardalben, portiere di esperienza, soluzione ideale per far crescere Cordaz. In difesa sono rimasti Bonucci e Scurto, a centrocampo altre soluzioni a basso costo: Moro, di ritorno da una positiva esperienza al Grosseto, Palermo e Pedrelli, rispettivamente centrale ed esterno sinistro, prelevati in prestito da Roma e Inter. In attacco Salvatore Foti, impalpabile però a Messina nello scorso campionato, e dalla Pro Sesto Riccardo Musetti, 22 reti nelle ultime due stagioni in C1 con Massese e Pro Sesto.  

Punti di forza: l’assetto della squadra è stato confermato dunque, con due buoni esterni come Scaglia e Quadrini a centrocampo, in difesa l’esperto Baccin e Smit come terzini, Scurto e Bonucci centrali. La seconda linea sembra ben attrezzata, soprattutto dopo l’arrivo di D’Aversa. Il suo ingaggio permetterà a Guigou di recuperare al meglio la condizione. L’uruguaiano sarà poi impegnato come regista, al fianco della garanzia Riccardo Gissi, oppure come nella partita con l’Ancona verrà schierato sulla fascia sinistra, o ancora trequartista dietro un’unica punta ?

Punti deboli: l’attacco è un’incognita, l’ex sammarinese Piovaccari non ha ancora trovato continuità di rendimento, Musetti è esordiente in Serie B, Beghetto è un eroe logorato però da mille battaglie. Foti potrebbe essere impiegato come a Vicenza, qualche metro dietro il centravanti (nella fattispecie appunto Beghetto), perché come prima punta denota problemi realizzativi; nel precampionato Gotti ha inoltre schierato i suoi con un’unica punta e Quadrini a supporto, segno che l’allenatore, conscio dei limiti offensivi della propria squadra, preferisca prendere un gol in meno che farne uno in più.

Formazione contro il Rimini: poche novità per Gotti per quel che riguarda la formazione anti Rimini. Foti non è stato convocato, ancora evidentemente a corto di preparazione. In porta Cordaz, linea difensiva a quattro con l’ex Baccini, Bonucci, Scurto e Smit; a centrocampo Quadrini e Scaglia sugli esterni, con Moro e Gissi centrali, in attacco Guigou a supporto di Beghetto. In panchina il secondo portiere Guardalben, Dal Canto, D’ Aversa, Pianu, Musetti, Piovaccari e Vanderson, con Missiroli e Palermo destinati alla tribuna.

Riccardo Giannini

< Articolo precedente Articolo successivo >