Marted́ 13 Aprile15:07:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Serata di fine anno IBR

Sport Rimini | 07:57 - 09 Giugno 2010 Serata di fine anno IBR

Serata di fine anno e di grandi celebrazioni per Insegnare Basket Rimini, che al pub “The Barge” sul lungomare riminese ha riunito tutti suoi tesserati per una cena che ha avuto degno seguito nella presentazione di tutte le attività e nella consegna di importanti premi.
Il presidente Gian Piero Arcangeli ha voluto ricordare ai presenti il vero significato di Ibr.

«Una storia cominciata così, quasi scherzando: quattro amici, un gruppo di giovani che sono partiti per un’avventura e che adesso si trovano tanti compagni di viaggio. Speriamo che questo gruppo l’anno prossimo possa lievitare ulteriormente. In cinque anni il lavoro è stato estremamente positivo, sia per quanto riguarda il reclutamento, sia per l’arrivo dei primi buoni risultati dal campo. Si sono scoperti ragazzi di buon interesse per società di categorie maggiori e qualcuno è anche entrato nel giro della nazionale. Un orgoglio».

Da rimarcare i prezzi di iscrizione, sempre i più bassi.

«Per noi vuol dire apertura verso le famiglie e verso i ragazzi. Fondamentalmente abbiamo piacere che i genitori portino i figli a fare sport, è questo il motivo principale che ci spinge a proseguire».

Presente alla festa anche l’Assessore allo sport del Comune di Rimini, Donatella Turci.

«Complimenti per la bellissima serata, mi congratulo con voi e vedo qui tanti bambini. Spero possano diventare sportivi veri».

Di seguito il responsabile tecnico e organizzativo di Insegnare Basket, Massimiliano Intorcia, ha voluto ringraziare gli sponsor per aver accompagnato Ibr in questi anni e per aver reso possibile la prosecuzione di tutte le attività.

«La scelta della festa finale è nata proprio per stare vicini alle famiglie – ha detto Intorcia -. Un grazie a tutti quelli che si sono adoperati per la riuscita di questo evento e a tutti quelli che ci sono vicini. Un grazie all’associazione As You con la quale collaboriamo e anche alla Fondazione Cassa di Risparmio».

Poi è stata la volta del Premio Studente Atleta, una borsa di studio di 500 euro assegnata a chi si è distinto nel campo sportivo e scolastico nell’annata 2009/2010. L’idea è nata per rendere onore a Sandro Giorgetti, uno dei fondatori dell’Ibr. Il figlio Matteo, istruttore di minibasket, ha consegnato l’assegno a Matteo Botteghi, ragazzo del 1995 che ha raggiunto altissimi livelli con le convocazioni nella selezione regionale e in quella nazionale.

«Contento e orgoglioso di aver ricevuto questo premio – ha detto Botteghi -. È stata una bellissima annata, nella quale con i compagni dell’Emilia Romagna abbiamo vinto il Trofeo delle Regioni (e Botteghi nell’occasione è stato miglior rimbalzista) e raggiunto ottimi risultati».

Alla serata ha anche partecipato Alex Righetti.

«Il ruolo dell’allenatore è fondamentale – ha ricordato il campione -. Ho avuto ottimi istruttori per quanto riguarda la pallacanestro ma anche ottimi maestri per la persona. Ringrazio Massimiliano e Paolo che sono qui. Ai ragazzi e ai bambini presenti dico che non si smette mai di imparare e il consiglio è di divertirsi: date il massimo per raggiungere i vostri obiettivi, sarà il modo migliore per rimanere in pace con sé stessi e con i propri sogni se le cose non dovessero andare per il verso giusto».

Degna conclusione della serata è stata la consegna del premio al Tesserato dell’anno Ibr, una targa che proprio Righetti ha messo in mano a Massimo De Martin, capace di debuttare quest’anno in C Dilettanti con gli Angels Santarcangelo.

«Ringrazio tutti i miei allenatori, a partire da Massimiliano Intorcia per arrivare a quelli attuali, è un premio che fa davvero molto piacere».

< Articolo precedente Articolo successivo >