Sabato 22 Gennaio11:08:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

SCM: botta e risposta azienda/lavoratori

Rimini | 18:34 - 10 Luglio 2009 SCM: botta e risposta azienda/lavoratori

Botta e risposta tra azienda e sindacati sul piano industriale della Scm, la maggiore azienda del Riminese e leader mondiale delle macchine per la lavorazione del legno. La crisi è profonda e nei mesi scorsi duri sono stati gli attriti tra datori di lavoro e lavoratori. Ma ora il piano industriale della dirigenza Scm - che in precedenza aveva annunciato la riduzione del personale del 50% - parla di riassorbimento dei lavoratori sospesi come di una priorità. L'azienda segnala innanzitutto una riduzione media degli ordini del 45% nel 2008, divenuta del 60% nei primi cinque mesi del 2009. Il piano industriale messo a punto prevede investimenti di 30 milioni nell'arco di tre anni e il rinnovamento di tutti i comparti aziendali. La gestione della Cig si articolerà in tre modalità: riduzione di orario di lavoro settimanale; rotazione mensile tra i lavoratori; zero ore settimanali, ma intanto 300 lavoratori usciranno dal Gruppo, per effetto di scadenza di contratti a tempo determinato, pensionamenti, dimissioni volontarie e blocco del turnover. Pronta la risposta del coordinamento sindacale al piano industriale varato dalla Scm: "La Cassa integrazione a rotazione non è fattibile.'

< Articolo precedente Articolo successivo >