Venerdý 27 Novembre04:54:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Sabato inaugurazione Regina delle Darsene

Eventi Cattolica | 17:49 - 19 Giugno 2008 Sabato inaugurazione Regina delle Darsene

Sarà il Senatore Mario Mantovani, Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ad inaugurare sabato 21 giugno la nuova darsena di Cattolica. Mantovani, 57 anni di Arconate (MI), è stato eletto in Lombardia ed è membro del Gruppo del PdL. E’ stato parlamentare europeo nella V e VI legislatura.

Ad altissimo livello la rappresentanza delle autorità legate al mondo della Marina, in particolare sono attesi a Cattolica Raimondo Pollastrini (Ammiraglio Ispettore Capo - Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto) e Marcantonio Trevisani (Ammiraglio di Squadra - Comandante in Capo del Dipartimento Marittimo dell'Adriatico). La nuova darsena di Cattolica si aggiunge fra gli ingredienti che compongono un distretto della nautica che nella Provincia di Rimini rappresenta un solido elemento del sistema economico del territorio. In questo contesto, il polo maggiormente attrattivo, anche se “di misura”, risulta essere quello della Valmarecchia con 26 sedi di impresa attiva su un totale di 50, di cui 19 nel comune di Rimini, mentre nel Valconca e Marano spicca il comune di Cattolica con 12; la categoria più consistente è costituita da “Costruzione e riparazione di imbarcazioni da diporto e sportive” con 34 sedi di impresa attiva su un totale di 50. Per ciò che riguarda le Unità locali, la totalità di esse ha la sede d’impresa in provincia; per ciò che concerne, inoltre, le imprese artigiane, esse costituiscono praticamente i 3/4 delle imprese totali (38 su 50) con la maggioranza costituita dalle imprese individuali (21 su 38). Oggi l’industria che si può considerare tra i leader a livello mondiale nel settore della nautica è rappresentata dal Gruppo Ferretti che ha sede legale proprio nel comune di Cattolica.

Un porto turistico non si presenta solo come un’attività economica capace di produrre direttamente ricchezza e lavoro, ma nella sua funzione più vasta di supporto all’economia e allo sviluppo sociale del territorio. Basti pensare che circa il 10% del valore della barca viene speso annualmente sul territorio.