Lunedì 19 Aprile05:36:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Russa troppo, il vicino di letto lo picchia a morte

Cronaca Ravenna | 10:55 - 18 Giugno 2010

Picchiato con violenza la notte del 19 maggio da un vicino di letto in ospedale a Lugo (Ravenna) perché russava, un 79enne di Massa Lombarda - Domenico Morini, ex commerciante - è morto ieri mattina dopo una lunga agonia.
La famiglia, attraverso un legale, ha chiesto alla Procura che venga disposta un'autopsia per chiarire se la morte sia legata alle percosse e a successive cure inadeguate.
"Mio padre è morto senza motivo e senza risposta - ha detto il figlio Lorenzo all' edizione ravennate del Corriere di Romagna.
Sofferente di patologie respiratorie, era stato ricoverato con la speranza di potere migliorare. Invece, dopo essere stato aggredito, è deceduto nell' indifferenza generale.
Mio padre è stato trattato malissimo, non abbiamo avuto la minima tutela nonostante il danno subito all' ospedale".
L' anziano era stato sottoposto a un brutale pestaggio nel cuore della notte da un romeno di 41 anni - incensurato e abitante a Faenza, sempre nel ravennate - suo compagno di stanza nel reparto di Medicina d'urgenza all' ospedale di Lugo, il quale non riusciva a dormire perché il 79enne russava troppo forte. Il romeno era stato arrestato e l' anziano aveva riportato traumi e fratture al costato con prognosi di un mese.
Le sue condizioni si erano poi aggravate ed era stato operato per un blocco intestinale e tenuto in coma farmacologico.

< Articolo precedente Articolo successivo >