Lunedý 05 Giugno14:36:13
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rogo Ravennate, domani interrogatorio nipote

Cronaca Ravenna | 17:34 - 12 Aprile 2010

E' stato fissato per domani l'interrogatorio di garanzia di Stefano Ciamei, il 34enne arrestato venerdì scorso dai carabinieri con l'accusa di avere provocato l'incendio della palazzina di Castel Bolognese, in provincia di Ravenna, nel quale la notte dell'8 dicembre scorso morirono suo nonno Aureliano Borzatta di 84 anni, in passato assessore comunale della città romagnola, e la compagna Maria Bellini di 81. Il provvedimento restrittivo per Ciamei, arrestato all'uscita dall'ospedale di Faenza nel quale era stato trasferito dopo un periodo di ricovero al Bufalini di Cesena, è stato firmato solo per l'ipotesi di reato di incendio doloso. Ma il ragazzo, difeso dall'avv. Carlo Benini, è accusato anche di duplice omicidio volontario aggravato dal grado di parentela. Ora si trova ai domiciliari in una casa di cura di Riolo Terme. Nello scoppio della palazzina, la parete che separava la camera delle vittime dall'appartamento del nipote era crollata sul letto dei due, spostandolo di un paio di metri. Gli anziani erano morti per asfissia, mentre Ciamei era sopravvissuto perché una trave gli era finita addosso proteggendolo dalle macerie. Secondo quanto emerso sinora, il 34enne avrebbe manomesso i tubi della cucina con intento suicida anche se il Pm Roberto Ceroni che coordina le indagini intende verificare un'eventuale volontà di uccidere la coppia di anziani.

< Articolo precedente Articolo successivo >