Giovedý 01 Ottobre21:46:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Risposta alle critiche su nuova rotatoria Fiabilandia

Rimini | 16:10 - 25 Luglio 2008

Ricevuta, pubblichiamo:
In relazione ad alcuni articoli apparsi quest’oggi sugli organi d’informazione riguardanti
la nuova rotatoria che regolamenta l’intersezione Statale 16/Fiabilandia, la Direzione
Infrastrutture, Ambiente e Mobilità del Comune di Rimini precisa:“Il progetto della rotatoria in corso di costruzione sulla SS16 Adriatica all’altezza del Villaggio del Sole, è inserito nello stralcio del prolungamento di Via Roma nel tratto compreso fra la Via dei Martiri e la Via Stoccolma. La rotatoria così come è stata costruita, è stata concordata con l’Anas di Bologna, Ente proprietario della SS16, ed è stata conformata in modo allungato per dare priorità all’intenso traffico della strada statale. Tale forma che si allontana dal tradizionale andamento circolare, è nata anche dall’esigenza di garantire la funzionalità dell’intersezione limitando il più possibile l’acquisizione di aree private costituite, lato monte della Statale, da attività economiche e più precisamente rispettando il confine della strada di arroccamento e il distributore carburanti, consapevoli che qualsiasi altra scelta ne avrebbe compromesso la funzionalità; lato mare si è limitato il più possibile la riduzione del parco Fiabilandia, in parte adibito anche a parcheggio.
La situazione della circolazione preesistente alla costruzione della rotatoria,soprattutto nella strada di arroccamento lato monte della strada statale, non era regolamentata e si svolgeva in modo caotico. L’unica regolamentazione era costituita dal semaforo di Via Marvelli/Cardano che consentiva l’accesso al Villaggio del Sole e a Fiabilandia. La nuova conformazione dell’incrocio tende a mettere in sicurezza la circolazione utilizzando la rotatoria per togliere le svolte a sinistra, con l’eliminazione dell’attraversamento dei flussi di traffico, che sono causa degli incidenti più gravi ed utilizzando la viabilità interna al Villaggio del Sole, da Via Martelli, si possono prendere le direzioni volute. Prima della realizzazione della rotatoria, tutte le unità edilizie che si affacciano sulla strada di arroccamento lato monte della SS16, tranne il distributore di carburanti, non avendo accesso diretto sulla strada statale transitavano sulla strada di arroccamento.
Le fermate del trasporto pubblico sono state posizionate dalla TRAM e per consentire l’attraversamento in sicurezza della SS16 da parte dei pedoni, è stato mantenuto il semaforo di Via Marvelli con una chiamata pedonale che rimarrà in funzione fino alla realizzazione dei due sottopassi ciclopedonali previsti nella zona. Tali sottopassi sono stati posizionati uno all’altezza del PEEP di Miramare, l’altro in Via Marvelli e la loro realizzazione è a carico dei privati soggetti attuatori di un piano particolareggiato. L’inizio dei lavori del primo sottopasso, posto di fronte al PEEP di Miramare, è previsto a breve termine espletato l’iter autorizzativo. E’ opportuno sottolineare che la costruzione del nuovo svincolo ha ridotto i tempi di percorrenza del transito sulla SS16 eliminando il semaforo preesistente che causava lunghi incolonnamenti, e che l’installazione dei ‘dare precedenza’ nella rotatoria e la modifica a senso unico della circolazione nel prima parte della Via Erasi consente di risolvere la gran parte delle problematiche sollevate.”