Mercoledì 25 Novembre23:04:14
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riprende lunedì trattativa nuova questura Rimini

Attualità Rimini | 17:44 - 30 Aprile 2008 Riprende lunedì  trattativa nuova questura Rimini

Sarà probabilmente lunedì il giorno decisivo sul futuro della nuova questura di Rimini, prevista alla periferia della città. L'incontro, al quale parteciperanno il prefetto Vittorio Saladino, le altre autorità cittadine e il rappresentante della ditta costruttrice della struttura che è anche proprietaria (la DaMa di Gianfranco Damerini) servirà a trovare un accordo sul canone d'affitto, che dopo anni di trattative, è passato a 5,4 milioni di euro l'anno, contro i 3,3 richiesti nel 2005. Quella la cifra prevista nel contratto firmato tre anni fa, a struttura pronta, tra il ministero dell'Interno e la DaMa. Il prefetto, incaricato dal Viminale di chiudere la questione essendo un problema annoso e viste le cattive condizioni dell'attuale sede in Corso d'Augusto, in pieno centro, ha già fatto sapere che reputa eccessivo il canone richiesto definendolo "superiore anche a quelli pagati in città molto più grandi di Rimini". A questo punto si spera che la proprietà riduca le pretese. Un altro compromesso potrebbe essere destinare una parte della mega struttura a uffici del Comune e della Provincia, che si sono dette disponibili a pagare la relativa parte di affitto riducendo così la spesa complessiva del ministero. Tuttavia se la trattativa dovesse fallire, il prefetto ha annunciato di avere pronta una soluzione tampone cioé uno stabile nel centro storico, non lontano dall'attuale questura ma senza indicare dove. Pare inoltre che un'altra ditta si sarebbe offerta di realizzare una nuova struttura in vista di una soluzione definitiva.