Martedý 03 Agosto08:57:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riparte la protesta per Caro-Teleriscaldamento

Cronaca Rimini | 17:15 - 17 Settembre 2008

C'é un intero quartiere di Rimini, il Peep di Viserba, a cui viene fornita acqua calda e riscaldamento grazie all'impianto di teleriscaldamento. Un impianto che secondo i residenti costa troppo, mentre avrebbe dovuto sulla carta assicurare un risparmio del 20/30%. Così anche alla vigilia di questo inverno si riaccende la protesta. Il Comitato Teleriscaldamento ha apposto nuovamente gli striscioni per sensibilizzare l¿opinione pubblica sull'ormai annoso problema che come ogni inverno si ripropone. In particolare contesta la tariffa applicata dalla Società Gas Rimini. "E' assurdo - sostiene il Comitato - pagare il KW/h prodotto da teleriscaldamento ben 11,1 centesimi, quando un kw/h prodotto da una caldaia tradizionale costa 3,95 centesimi". E questo anche e soprattutto perché "all'epoca della costruzione del nuovo insediamento abitativo Peep di Viserba, Sgr 'sventolo'' pubblicamente un risparmio medio del 20-30% per le abitazioni fornite dal teleriscaldamento rispetto alla caldaia tradizionale; purtroppo si registrano invece aumenti sino al 100%".

< Articolo precedente Articolo successivo >