Domenica 01 Agosto01:14:58
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Rifiutano Hascisch, rapinati e minacciati

ASCOLTA L'AUDIO
Cronaca Rimini | 14:17 - 17 Agosto 2009 Rifiutano Hascisch, rapinati e minacciati

Un'offerta di hascisc rifiutata ha scatenato la rabbia di uno spacciatore minorenne, che ha schiaffeggiato e rapinato i due mancati acquirenti, minacciandoli con un coltello. Il giovane è finito nel carcere minorile di Bologna con l'accusa di rapina e spaccio. Vittime della rapina, avvenuta l'11 agosto sul lungomare di Rimini, due ragazzi di Reggio Emilia, residenti a Modena. L' aggressore (residente a Bollate, nel milanese) li ha avvicinati alle 4 di notte, all'altezza del bagno 76. Ha offerto loro dell'hascisc, ma i due hanno rifiutato. Il giovane ha reagito prendendoli a schiaffi e chiedendo denaro, poi, vedendoli fuggire, li ha inseguiti in bici, e dopo averli raggiunti ha estratto un coltello e l'ha puntato alla pancia di uno dei due, che gli ha consegnato 40 euro. Qualche giorno dopo, il baby rapinatore è stato riconosciuto dalle sue vittime e indicato alla polizia, che lo ha fermato con mezzo grammo di hascisc. Altri 8 grammi di droga e il coltello usato per la rapina sono stati trovati nella stanza che il ragazzo divideva con i due amici. Questi ultimi, che erano con lui la sera della rapina a cui però non avevano partecipato, sono stati segnalati come consumatori di droga. Sempre a Rimini, altri due minorenni sono stati denunciati per un furto al centro commerciale Le Befane e per un cellulare rubato in spiaggia. E un altro minore, russo, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale in viale Regina Margherita.

Massimiliano Olivieri, vice questore della Polizia di Rimini, al microfono di Simona Angela Gallo.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >