Mercoledė 23 Settembre18:45:16
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Riciclaggio: sequestrati 2,6milioni diretti a San Marino

Cronaca Repubblica San Marino | 22:49 - 06 Giugno 2008 Riciclaggio: sequestrati 2,6milioni diretti a San Marino

La Guardia di Finanza di Forlì ha sequestrato ieri 2,6 milioni che si trovavano a bordo di un furgone portavalori diretto verso la Repubblica di San Marino. Quattro persone sono state indagate per associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio. Coinvolte nella vicenda due banche, una italiana di rilevanza nazionale, ed una sammarinese. I soldi, secondo quanto emerso dalle indagini della Guardia di Finanza, provenivano dalla sede forlivese della Banca d'Italia. A quanto si è appreso, l'ordine di consegnare il denaro è partito dalla sede di Forlì della banca italiana che a sua volta aveva ricevuto tale incarico dalla banca sammarinese. Le indagini hanno inoltre appurato che l'istituto sammarinese, pur avendo presso la Banca d'Italia un proprio conto corrente inutilizzato, avrebbe versato alla sede forlivese delle banca italiana 91 milioni, prelevandone ben 1,2 miliardi, tutti inviati a San Marino. L'operazione è avvenuta nell'ambito dell'inchiesta 'Re nero' che riguarda l'esportazione illecita di denaro dall'Italia, coordinata da diversi mesi dal pm Fabio di Vizio della procura di Forlì, e che ha già portato all'invio di 47 avvisi garanzia, a imprenditori e professionisti di Forlì, Cesena, Rimini, e Bologna, accusati di riciclaggio, evasione fiscale e truffa, coinvolgendo la sammarinese Asset Banca e l'italiana Banca di Credito e Risparmio di Romagna. Ora l'ulteriore, più importante filone, che coinvolge altre due banche, portando alla luce un presunto, colossale, meccanismo di costituzione di fondi all'estero ed evasione al fisco italiano.