Domenica 06 Dicembre02:53:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Radiologie su salma beato riminese Giovanni Gueruli

Attualità Santarcangelo di Romagna | 14:48 - 02 Aprile 2008

Un esame radiologico (radiografie e Tac) sulla salma del beato Giovanni Gueruli: l'operazione, che si svolgerà all'ospedale 'Franchini' di Santarcangelo di Romagna (Rimini), è stata richiesta all'Ausl dal professor Nazzareno Gabrielli (già Direttore del Gabinetto Ricerche Scientifiche dei Musei Vaticani, Consulente della Fabbrica di San Pietro e Perito del Tribunale Diocesano per le Cause dei Santi) e da don Antonio Fraticello, parroco della Chiesa Collegiata San Martino di Verucchio, dove le spoglie del beato sono tumulate. Gli esami - informa una nota dell'Ausl - sono propedeutici ad un profondo intervento di restauro sul corpo mummificato del beato Gueruli, che sarà curato da Gabrielli (che attualmente si sta occupando del restauro del corpo di San Pio da Pietrelcina a San Giovanni Rotondo). L'obiettivo è quello di riparare i danni del tempo e degli eventi bellici, particolarmente evidenti sul volto del beato. Gli esami consentiranno inoltre di ottenere ulteriori informazioni scientifiche sulle spoglie. La salma sarà sottoposta ad esami radiologici su tutto lo scheletro per evidenziare lo stato delle parti molli periossee (in particolare le articolazioni della colonna vertebrale) e per valutare lo stato delle ossa che sostengono i tessuti mummificati. Sarà inoltre eseguita una Tac per piani frontali per lo studio antropologico e paleontologico della reliquia. Giovanni Gueruli nacque a Verucchio, probabilmente in un anno compreso fra il 1260 e il 1270. Fu canonico della cattedrale di Rimini e nel 1292 vicario del vescovo Guido (1278-1300). E' inoltre ricordato fra i testimoni presenti alla stesura del testamento di Malatesta da Verucchio (18 febbraio 1311). Dopo una vita "esemplare per carità e ricca di miracoli", morì il primo dicembre 1320. Nell'agosto 1388 il vescovo riminese Leale Malatesta ritrovò il corpo incorrotto di Gueruli nella cattedrale di Santa Colomba: questo evento segna per gli studiosi l'inizio del suo culto e di numerosi nuovi miracoli che gli furono attribuiti. Antonio Gualdi, appartenente a una nobile famiglia riminese legata ai Malatesta, fece immediatamente costruire nella stessa cattedrale una cappella e un sepolcro per il corpo del beato. Da questa cappella, più volte rifatta nei secoli 16/o e 17/o, il suo corpo fu trasferito nella nuova cattedrale (l'odierno Tempio Malatestiano) e collocato in un nuovo monumento funebre in occasione della beatificazione del Gueruli a opera di papa Pio VII, nel 1808. Durante la seconda guerra mondiale il corpo del beato fu definitivamente trasferito nella Chiesa Collegiata di Verucchio.