Mercoledý 25 Novembre11:53:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Prostituzione:ass.Giovanni XXIII chiede confronto con Maroni

Sociale Rimini | 18:14 - 27 Giugno 2008

Sulla questione prostituzione l' associazione Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, sta attendendo un incontro con il ministro dell'Interno Roberto Maroni "per confrontarci direttamente con chi ha la responsabilità di garantire il bene comune a tutti i cittadini di questo Paese, non dimenticando soprattutto gli esclusi, gli emarginati, i sopraffatti". Lo annuncia don Aldo Buonaiuto, tra i responsabili della comunità riminese, che da anni si batte "per debellare la piaga della prostituzione schiavizzata e dare accoglienza alle vittime della tratta": "Ci appelleremo a tutto il mondo cattolico affinché ci sia una unanime e condivisa ribellione nei confronti di sciagurate proposte". "Coloro che pensano che per garantire sicurezza - prosegue - si debba legalizzare la prostituzione confermano come coloro che hanno responsabilità istituzionali stiano rischiando sempre più di legittimare ciò che è espressione di brutalità, violenza, sopruso e ingiustizia. Il male non lo si combatte delimitandolo o camuffandolo, lo si affronta con la forza delle istituzioni, con le risorse del volontariato e di tutte le Associazioni che dimostrano attenzione e sensibilità nei confronti dei più deboli. La nostra sarà una 'battaglia' difficile ma siamo pronti a combatterla fino in fondo, perché nessun bene e nessun principio di ordine può derivare dalla liberalizzazione di una forma di violenza".