Sabato 15 Maggio20:02:37
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Processo a Giovanni Maltesti per uxoricidio

Cultura Rimini | 13:08 - 24 Maggio 2010 Processo a Giovanni Maltesti per uxoricidio

Giustizia è fatta La corte, presieduta dall’avvocato Maurizio De Tilla al meglio dell’eloquio forense napoletano, ha avuto qualche dubbio, ma dopo un primo orientamento per un Gianciotto assolto perché aver consegnato due semplici adulteri, uccidendoli, all’eternità e al mito, ha pronunciato una sentenza definitiva: Giovanni Malatesti da Rimini colpevole di “uxoricidio e fratricidio per avere trafitto la Francesca da Polenta e il di lui fratello Paolo con unico colpo di spada, portandoli a morte, avendoli sorpresi in intimo colloquio. In Rimini, in un anno imprecisato tra il 1285 e il 1289, in un giorno imprecisato”, condannato ai lavori forzati a vita e alla confisca di ogni suo bene.

< Articolo precedente Articolo successivo >