Domenica 29 Novembre10:46:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Piccolo imprenditore minaccia suicidio su gru

Rimini | 19:03 - 08 Luglio 2008 Piccolo imprenditore minaccia suicidio su gru

Un piccolo imprenditore che lavora in subappalto è salito questa mattina su una gru alta più di venti metri, minacciando di gettarsi giù, in un cantiere edile di Viserba, a nord di Rimini. Dopo circa un'ora, si è convinto a scendere dalla sua precaria posizione. Una decisione la sua, dettata dalla disperazione. Giulio, 40 anni, di Caserta, ha spiegato che da gennaio non viene retribuito e sette mesi senza paga hanno messo lui e la sua famiglia alle strette, insieme ad altri 10 colleghi. L'uomo lavora per una ditta subappaltatrice che sta eseguendo i lavori della nuova sede del Liceo pedagogico Valgimigli a Viserba. Mentre era sulla gru ha perso una scarpa volata nel vuoto, cosa che ha fatto temere il peggio, ma lui è riuscito a non cadere. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco e il 118 ma la situazione sembrava non riuscire a sbloccarsi, perché nessuno poteva garantire una soluzione soddisfacente per l'uomo, che ha anche pagato di tasca propria quattro suoi dipendenti. La vicenda vede infatti una intricata serie di subappalti che stanno penalizzando i lavoratori. Alla fine comunque, dopo circa un'ora, si è convinto a scendere dalla sua precaria posizione. E nei prossimi giorni l'assessore provinciale ai lavori pubblici Riziero Santi, incontrerà la Federazione Lavoratori Edili Uil per cercare di sanare la situazione contributiva e salariale.