Martedě 11 Maggio06:00:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Piano energia della provincia di Rimini

Ambiente Rimini | 12:22 - 17 Giugno 2010

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del Piano Energia, presenti il presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali,  l’assessore all’Energia, Stefania Sabba, e il dirigente Alberto Rossini.
La Giunta Provinciale di Rimini ha approvato la delibera che fissa le procedure da rispettare per l’autorizzazione di nuovi impianti di produzione di energia elettrica sia di tipo convenzionale che con fonti di energia rinnovabile (fotovoltaico, eolico, etc.).
Si tratta di un provvedimento che ha lo scopo di chiarire gli aspetti legati all’iter amministrativo per la realizzazione dei nuovi impianti di produzione energetica, constatata l’estrema precarietà della legislazione nazionale e regionale specie in materia di energie rinnovabili. La Provincia di Rimini (che ha nel suo programma di mandato lo stimolo alla produzione di energia da fonti rinnovabili) intende dunque, nel periodo transitorio che dovrà condurre entro un anno alla redazione del primo Piano dell’Energia della Provincia di Rimini, fornire una serie di linee guida in grado di dare certezze e garanzie procedurali a tutti coloro i quali intendono investire su nuovi impianti. Ciò nel rispetto delle leggi esistenti (la Legge387 del 2003 e la Legge Regionale 26 del 2006), delle norme sovraordinate (tutela paesaggistica) e PTCP 2007.
Con questo atto, l’Amministrazione Provinciale intende promuovere:
•      l’istallazione sui tetti degli edifici nuovi ed esistenti, con particolare interesse per quelli industriali
•      La realizzazione di impianti da fonti rinnovabili nelle aree produttive ecologicamente attrezzate
•      La verifica delle potenzialità dell’eolico in mare
•      Il coordinamento tra i Comuni per verificare aree omogenee ed impedire il consumo di territorio
•      Impianti da fonti rinnovabili che perseguano fini di utilità sociale
•      Impianti in aree già compromesse e/o degradate /ex siti industriali, aree A14, ed altre grandi arterie)
•      Sottoscrivere accordi con associazioni di categoria per lo sviluppo di progetti di particolare interesse
•      Certificare il risparmio energetico per gli edifici pubblici
•       Promuovere il solare termico per il settore turistico alberghiero
•      Coinvolgere nel risparmio e nella produzione di energia da fonti rinnovabili il settore del commercio
•      Incentivare la mobilità sostenibile
•      Favorire una filiera nel settore delle bio masse
•      Promuovere il geo-termico come fonte di fonte di energia rinnovabile
•      Applicare le direttive del Ptcp 2007: Casa Clima

< Articolo precedente Articolo successivo >