Venerdý 18 Settembre15:05:50
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Pesca: caro gasolio; prosegue la protesta

Nazionale | 17:41 - 31 Maggio 2008 Pesca: caro gasolio; prosegue la protesta

Prosegue in tutta Italia il blocco della pesca contro il caro gasolio. Dopo le assemblea di questa mattina a Chioggia e a Civitavecchia, domani è la volta dei pescatori di Rimini che si sono dati appuntamento per le 10 del mattino al mercato ittico locale. "Il malcontento degli operatori - commenta con l'Ansa il presidente di Federcoopesca-Confcooperative Massimo Coccia - non accenna a diminuire, anzi aumentano di ora in ora le adesioni alla protesta". Il presidente tiene a ribadire la forte attesa per l'incontro annunciato con il ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia. "In vista di questo appuntamento che dovrebbe tenersi tra martedì e mercoledì - continua Coccia - stiamo mettendo a punto un pacchetto di proposte anti-crisi a medio e lungo termine". Ma i pescatori restano comunque fermi in porto e una delegazione della Federcoopesca è pronta a raggiungere Roma in vista dell'incontro con il ministro, e inoltre non escludono anche delle manifestazioni di protesta nei principali porti turistici per la prossima settimana. "Questo purtroppo è l'unico mezzo che abbiamo - continua il presidente - per attirare l'attenzione su problemi di un settore primario troppo spesso dimenticato, soprattutto dall'Ue". L'unica proposta che arriva da Bruxelles, secondo il presidente, é la riduzione della flotta di pesca. "Purtroppo il caro gasolio si è rivelato il migliore alleato dell'Unione europea che vuole una pesca senza pescatori".