Venerd́ 14 Maggio14:09:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Papa Giovanni XXIII contro spese militari e aborto

Attualità Rimini | 15:27 - 14 Maggio 2010

La Comunità Papa Giovanni XXIII, fondata da don Oreste Benzi, ripropone il "mese dell'obiezione fiscale alle spese militari ed abortive". "Tanti possono essere gli usi discutibili dei soldi del gettito fiscale - spiega in una nota la comunità riminese - ma quando questi soldi vengono usati per distruggere vite umane la coscienza sente il dovere di ribellarsi in modo non violento, arrivando anche a pagare di persona". Oggi - continua il comunicato - "le istituzioni pubbliche finanziano la soppressione di 350 bambini ogni giorno con l'aborto, la preparazione e la realizzazione di conflitti armati che causano, o causeranno, migliaia di vittime nel mondo". Per questo, dal 1992, la comunità promuove l'obiezione di coscienza alle spese abortive e militari, secondo quanto ricordava don Oreste Benzi: "Obiettare contro la spesa abortiva e contro il traffico di armi è un dovere di ogni essere umano". A giugno è prevista anche una manifestazione davanti al ministero dell' Economia, "per chiedere che ogni cittadino possa decidere se sostenere la difesa civile non armata e non violenta piuttosto che la difesa armata, il sostegno alla neo maternità piuttosto che l'aborto". La comunità invita cittadini e associazioni a sostenere questa scelta.

< Articolo precedente Articolo successivo >