Luned́ 01 Marzo08:25:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Operazione anti-strozzinaggio: i dettagli

Cronaca Rimini | 16:05 - 25 Gennaio 2011 Operazione anti-strozzinaggio: i dettagli

La guardia di finanza di Rimini ha sgominato una rete di strozzini che emanava prestiti con tassi di interesse che arrivavano anche al 260 per cento. L'indagine era partita nel 2006, quando emersero operazioni bancarie sospette a favore di un pensionato da 430 euro al mese. Su un suo conto denominato 'Luna' erano arrivati in soli sei mesi 800.000 euro, ma altri rapporti bancari a lui riconducibili assommavano diversi milioni di euro. Le somme venivano dalla trasformazione in liquidità di assegni provenienti da due ditte di pulizia riminesi, con le quali però non aveva alcun rapporto commerciale. In realtà si sarebbe trattato di un sistema di concessione di prestiti a tassi usurai fino al 260%. In pratica, a copertura dei prestiti, i debitori versavano assegni di importo molto superiore alle somme effettivamente ricevute in prestito, con scadenza posticipata e a garanzia del prestito stesso. Nel giro di usura erano coinvolti parenti ed amici, che aprivano conti correnti solo per avere i libretti di assegni poi usati per i pagamenti. Persone alle quali sono stati bloccati i conti e sequestrati gli illeciti guadagni su ordine del Gip di Rimini. Una delle vittime si è vista vendere all'asta la propria abitazione, un'altra si è vista incendiare un bar a Rivazzurra, un terzo ha dovuto vendere l'albergo di famiglia, ereditato dai genitori.

< Articolo precedente Articolo successivo >