Martedý 02 Marzo18:24:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Oggi anniversario della morte di Marco Pantani

Attualità Cesenatico | 10:45 - 14 Febbraio 2008 Oggi anniversario della morte di Marco Pantani

Oggi è il quarto anniversario della scomparsa di Marco Pantani e la sua famiglia ci arriva con nuove speranze di conoscere la verità sulla morte del Pirata e in particolare su quello che successe e su come furono effettuati i controlli, quel 5 giugno 1999, quando il campione a Madonna di Campiglio venne squalificato per l'ematocrito alto quando aveva in pugno il Giro d'Italia. Quello fu l'inizio della fine che culminò nella morte il 14 febbraio del 2004 in un residence di Rimini. Un paio di mesi fa il procuratore di Forlì, Marcello Branca, in seguito a una serie di affermazioni fatte in televisione da mamma Tonina Pantani, ha aperto un fascicolo giudiziario non sulla morte del campione (quella è di competenza di Rimini) ma sulle presunte minacce telefoniche anonime che avrebbe ricevuto il giorno successivo a Madonna di Campiglio l'allora presidente del Club Magico Pantani, Vittorio Savini. Una voce anonima e con accento apparentemente del sud gli avrebbe detto: "Voi tifosi dovete stare calmi, è andata bene così; tanto a Milano Marco non ci sarebbe mai arrivato". Lo stesso Savini è già stato sentito dai carabinieri che hanno ascoltato a più riprese anche mamma Tonina che avrebbe fornito documenti e indicato nomi di persone (da ascoltare) che secondo lei potrebbero avere peso importante nell'indagine. L'inchiesta infatti punterebbe su quello che successe a Madonna di Campiglio e anche sul mondo delle scommesse sul Giro d'Italia. Renato Vallanzasca, infatti, ha ribadito più volte alla famiglia Pantani che in carcere, pochissimi giorni prima di Madonna, un amico ben informato lo invitò a scommettere forte sul vincitore del Giro, che sicuramente non sarebbe stato Pantani. Tonina è appena tornata da Roma (insieme al vicepresidente della Fondazione Pantani, Thomas Casali) da tre giorni intensissisimi a livello radiofonico e televisivo per presentare il libro che ha scritto insieme al giornalista di Bici Sport Vincenzo Vicennati, 'Era mio figlio', edito da Mondadori e uscito da un paio di giorni. Il volume racconta quella che la famiglia ritiene la vera storia di Marco, la sua vita e la sua fine, ricordando anche quando nel 2002 la fidanzata Cristine abortì un figlio del campione. "Per scelta della famiglia domani la Fondazione Marco Pantani non ha organizzato alcuna iniziativa. Desideriamo vivere questo giorno di dolore - ha detto la madre - tra di noi, in modo intimo, senza essere coinvolti in eventi. Nella ricorrenza doneremo una copia del passaporto-testamento di mio figlio a tutti i visitatori dello Spazio Pantani". Intanto, arriva il libreria anche la versione italiana del libro di Philippe Brunel 'Gli ultimi giorni di Marco Pantani' (Rizzoli), che aveva come titolo originale 'Vie et mort de Marco Pantani'. Del libro di Brunel - giornalista francese dell'Equipe, per dieci anni uno degli interlocutori privilegiati nel Pirata - si è parlato ampiamente nei mesi scorsi. E' un libro-controinchiesta che, come sostiene Brunel, è frutto di un'intima convinzione: "Marco Pantani non ha scelto la sua morte". Nella prefazione, Gianni Mura ricorda che Brunel per tre degli ultimi quattro anni "ha indagato sull'indagine" e si chiede "doveva essere un francese a muoversi contro un'inchiesta troppo veloce, a dire che la verità ufficiale ha troppi punti oscuri?". "Brunel - scrive ancora Mura - ripercorre i passi del Pantani ferito dal 5 giugno 1999 (esclusione dal Giro) al 14 febbraio 2004 (esclusione dalla vita)...e si convince e ci convince: i dubbi restano, sia per la prima esclusione sia per la seconda". Oggi a Cesenatico in memoria di Marco alle 7.30 verrà celebrata una messa nel convento delle suore di via Mazzini su richiesta della famiglia. La funzione seguirà quella di stasera nella chiesa di San Giacomo per iniziativa del Club Magico Pantani. Il cimitero di Cesenatico, dove, nella tomba di famiglia, è sepolto il Pirata, resterà aperto un'ora in più, dalle 7.30 alle 17.30, per favorire l'afflusso dei tifosi. Il sindaco di Cesenatico, Nivardo Panzavolta parteciperà poi allo speciale 'Il mito spezzato' dedicato a Marco Pantani che San Marino Rtv proporrà dal Teatro di Cesenatico venerdì. Due ore di diretta con ospiti famosi e servizi giornalistici per ripercorrere le tappe più significative dell'iter sportivo ed umano del Pirata, anche attraverso i ricordi dei genitori, tra aneddoti, filmati inediti e collegamenti telefonici in diretta. "Il ricordo di Marco rimane vivo nella nostra città - dice Panzavolta - lo testimoniano anche le grandi manifestazioni d'affetto sia presso lo spazio Pantani che alla sua tomba. E le iniziative che nel quarto anniversario della morte sono state organizzate a Cesenatico sono una ulteriore prova di questo profondo legame".

< Articolo precedente Articolo successivo >