Martedý 01 Dicembre03:50:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nuovo palacongressi, sarà pronto a fine agosto 2009

Rimini | 13:03 - 05 Luglio 2008 Nuovo palacongressi, sarà pronto a fine agosto 2009

Sarà pronto nell'agosto 2009 il nuovo palacongressi di Rimini. La società 'Palazzo dei Congressi', cui fa capo la realizzazione della struttura, presieduta da Lorenzo Cagnoni (anche presidente di Rimini Fiera) ha raggiunto un accordo con l'impresa Torno Internazionale Spa, che nel giugno 2007 aveva vinto la gara per la costruzione del nuovo sito congressuale. Come noto, il presidente della Fiera di Rimini non era soddisfatto di come la Torno stava gestendo il cantiere, e soprattutto dei ritardi accumulati. Per la prosecuzione dei lavori di realizzazione è stata firmata un'importante integrazione al contratto, che prevede in particolare la collaborazione fra la Torno Internazionale e la Cofathec (Gruppo Gaz de France), con garanzie ritenute sufficienti per una tempestiva realizzazione del Palazzo. L'integrazione prevede inoltre la sottoscrizione di un nuovo cronoprogramma che definisce i tempi di realizzazione recuperando, in parte, i ritardi registrati e fissando la consegna dell'opera al 31 agosto 2009. La previsione è che i lavori riprendano la prossima settimana, dopo l'interruzione ancora in corso. Sembra così risolto lo stallo che andava avanti da diverse settimane tra Rimini Fiera e l'azienda appaltatrice. "Esprimiamo soddisfazione - ha detto Cagnoni - per questa conclusione dei fatti. Si tratta di risultati che non erano semplici da conseguire, date la complessità e delicatezza della situazione. Controlleremo costantemente il puntuale rispetto di questi nuovi accordi e siamo certi che non vi saranno ulteriori inadempienze poiché, in tal caso, la committenza assumerebbe scelte irreversibili. Del resto il nuovo palacongressi è per Rimini un'opera di decisiva importanza e non intendiamo distrarci nemmeno per un attimo dall'obiettivò.

La previsione, ha sottolineato la società 'Palazzo dei Congressi', è che i lavori riprendano entro sette giorni lavorativi dalla firma del contratto e che l'utilizzo della nuova struttura possa iniziare dall'autunno 2009, ma con la possibilità per il committente di poter entrare nell'edificio già a giugno del prossimo anno, per lavorazioni connesse all'installazione di attrezzature, tecnologie e arredi. Il nuovo accordo, basato sull'associazione temporanea d' impresa fra la Torno Internazionale e la Cofathec, fa seguito alla precedente decisione del cda della società 'Palazzo dei Congressi', resa nota il 18 giugno, di considerare risolto il contratto con la Torno Internazionale Spa "per le gravi e perduranti inadempienze e violazioni contrattuali della stessa (ritardi sui tempi di realizzazione dell'opera, totale abbandono del cantiere e via elencando) che provocano gravissimi danni patrimoniali e d'immagine alla committenza".