Giovedý 24 Settembre16:13:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Nomadi: comunità Giovanni XXIII, combattere discriminazione

Attualità Rimini | 14:48 - 18 Maggio 2008 Nomadi: comunità Giovanni XXIII, combattere discriminazione

L'associazione Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini si schiera, con una nota, a fianco di Rom e Sinti e chiede al Governo di non applicare loro la normativa sull'immigrazione e di impegnarsi per "contenere e arginare qualsiasi fenomeno di razzismo". "Le popolazioni itineranti per cultura provenienti dai paesi dell'Est - afferma il responsabile della comunità fondata da don Benzi, Giovanni Ramonda - hanno sempre caratterizzato una minoranza etnica presente nel nostro territorio nazionale. Mai però come ora tanta rabbia ed esasperazione incontrollata si è scagliata contro di loro dando vita ad una manifestazione di indiscusso razzismo". L'associazione rivolge un appello al Governo "affinché non venga applicata per i Rom e i Sinti la normativa sull'immigrazione, in quanto si tratta di persone e intere famiglie con caratteristiche specifiche che spesso vivono in Italia da lungo tempo. La nostra forte preoccupazione - afferma - è dovuta all'assistere di pericolose confusioni tra coloro che delinquono e coloro che invece sono vittime deboli e indifese, bisognose di soccorso e accoglienza. Auspichiamo che le istituzioni preposte possano in tempi brevi contenere ed arginare qualsiasi fenomeno di razzismo e creare nuove sicurezze e prospettive anche per questi popoli".