Sabato 31 Luglio15:31:53
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Moto: Valentino Rossi a Misano non farò calcoli

Sport Misano Adriatico | 21:06 - 28 Agosto 2008 Moto: Valentino Rossi a Misano non farò calcoli

Potrebbe essere definito il Gp dei numeri anche se per Valentino Rossi quello intitolato a San Marino e alla Riviera Adriatica resta soprattutto il Gp della rivincita. Sono tanti e diversi i traguardi. Per le statistiche quella in programma domenica al Santamonica di Misano Adriatico è la gara che potrebbe segnare il fatidico traguardo dei 700 Gp vinti dai piloti italiani. Dal '49 ad oggi, infatti, hanno conquistato 699 successi (206 tra 500 e MotoGp, 66 nella classe 350, 190 nella 250, 216 nella 125, 3 nella 80 e 18 nella 50) contro i 382 della Gran Bretagna e i 315 degli Usa. Un altro record e' destinato a finire facilmente nelle mani di Loris Capirossi, prossimo a portarsi in vetta alla classifica dei Gp disputati. Quello di San Marino sarà il suo 276/mo Gp e Capirossi scavalcherà il brasiliano Alexandre Barros (276) e lo spagnolo Carlos Checa (220). Anche Valentino Rossi ha un record a portata di mano: quello dei successi conseguiti nella classe di maggior cilindrata. Vincendo a pochi chilometri dalla natia Tavullia, il pesarese della Yamaha raggiungerebbe il mitico Giacomo Agostini, 68 volte vincitore di un Gp della massima cilindrata. "Non ho mai corso pensando ai numeri - ha commentato Rossi - però è senza dubbio un grande onore raggiungere Agostini in questa singolare classifica. Certo 'Ago' ha anche vinto in totale 122 Gp e, sinceramente, non penso di riuscire a strappargli anche questo record". Assai di più gli interessa rifarsi dalla delusione della passata stagione. "Praticamente conosco più Brno di Misano - ha commentato Rossi - perché lo scorso anno ho fatto solo tre giri prima di essere fermato dal motore. Poi anche se è la pista dove ho provato per la prima volta nella vita una moto da corsa, il senso di marcia è cambiato da allora e quest'anno è stata modificata anche la curva numero due. Comunque quella del 2007 è stata una delusione cocente, voglio dimenticarla al più presto con un buon risultato". Anche se Valentino potrebbe limitarsi ad amministrare. "Certo 50 punti di vantaggio sono un buon margine ma - ha detto il pesarese - non sono d'accordo sulla tranquillità di cui sento parlare. Di sicuro non farò il ragioniere, almeno nel senso che non mi piacerebbe affatto vincere il mondiale limitandomi ad arrivare dietro a Stoner ad ogni gara. Voglio lottare con lui e cercare di fare il massimo di batterlo. Non bisogna poi dimenticare che Casey è un avversario tosto, uno che non molla mai la presa". Misano è una pista particolare. "Qui vicino c'é la mia casa, qui ho tanti amici, qui ho dovuto distribuire quasi cento pass per l'accesso al paddock e c'é ancora gente che mi cerca e che mi chiama per avere un biglietto... Per me è più di casa, anche se il Mugello resta il Gp d'Italia, la gara in cui tirare fuori l'orgoglio". Il Comune di Tavullia, intanto, ha deciso di nominarlo sindaco per un giorno. Anzi, farà svolgere un vero consiglio comunale alla curva dove si daranno ritrovo i fan di Valentino. "Ringrazio tutti, sindaco, anche per un solo giorno, non è male... No so cosa potrò fare, però...". Intanto una decisione, molto sofferta, l'ha presa Manuel Poggiali. Il sammarinese, due volte iridato nelle piccole cilindrate, ha comunicato il suo ritiro dalle competizioni. "Per vincere bisogna rischiare oltre un certo limite - ha detto Poggiali - è ora ho altri valori e altri obiettivi. Sono fidanzato e aspetto un figlio, non posso rischiare così tanto per vincere e, quindi, mi dedicherò ad altro". Con qualche rimpianto. Lo sostituirà per il Gp di domenica il pesarese Simone Giorgi Grotzkyj.

< Articolo precedente Articolo successivo >