Giovedì 01 Ottobre21:40:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Microcriminalità, tre arresti nel riminese

Cronaca Rimini | 21:02 - 11 Maggio 2008 Microcriminalità, tre arresti nel riminese

Microcriminalità nel mirino dei carabinieri di Rimini anche in questo weekend. A Cattolica, arrestato Vitaliy Byshka, autista ucraino di 29 anni residente a Riccione, accusato di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato. L'uomo, alle ore 22 di ieri, si è presentato alla tenenza carabinieri di Cattolica e, con fare arrogante ed altezzoso, ha chiesto al militare di servizio alla caserma delucidazioni sulla posizione di un suo parente, precedentemente sottoposto ad accertamenti da parte di quel reparto a seguito del rinvenimento, su un autocarro in loro uso, di bevande alcooliche prive del marchio di stato e pertanto illegalmente introdotte nel territorio italiano. L'ucraino, in evidente stato di ebbrezza, ha iniziato a dare in escandescenze e, per tale motivo, è stato allontanato. Presentatosi nuovamente alla caserma, ha iniziato a suonare insistentemente il campanello, chiedendo a voce alta ai militari presenti di farlo entrare. Una volta in caserma, ha iniziato a spintonare i carabinieri, offendendoli e ritiutandosi di fornire le proprie generalità, nonché di esibire un documento di riconoscimento. Alla fine è stato bloccato e immobilizzato dai militari presenti. A Misano Adriatico, arrestati Aliro Zaka, albanese clandestino di 28 anni, accusato di essere nuovamente rientrato illegalmente in Italia dopo l'espulsione subita nel 2006 e Fausto Massetti, pesarese di 39 anni, accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, nel corso di un controllo in un parcheggio di una nota discoteca della zona, hanno sorpreso all'interno di una fiat panda l'uomo mentre era intento a confezionare tredici pasticche di ecstasy di colore azzurro.