Domenica 06 Dicembre00:04:07
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Mezzo kilo coca sul camion, due arresti

Cronaca Cesena | 18:19 - 07 Luglio 2008

Quell'autocarro carico di fusti di birra che, uscito dall'E45 all'altezza di Montecastello, stava viaggiando sulla vecchia statale tra Sarsina e Sogliano quando invece sarebbe dovuto andare a scaricare a Ravenna, ha insospettito i carabinieri di Sarsina (che hanno poi chiamato a rinforzo i colleghi di Forlì del reparto operativo provinciale, nucleo investigativo) che lo avevano fermato per un normale controllo. E i sospetti si sono rafforzati quando è risultato che l'autista, un napoletano di 56 anni, Domenico Tanzillo, di Acerra che lavora per una ditta di birra che però non c'entra nulla in tutta la vicenda, ha dei precedenti penali. Al suo fianco un operaio marrocchino, Abderrahim Edrissi Annagi, 44 anni, residente a Montepetra, pure lui conosciuto dalle forze dell'ordine. E' scattata così una perquisizione che sul camion ha portato al ritrovamento, nella cuccetta, di un blocchetto da oltre mezzo etto di cocaina purissima (per un valore di circa 80 mila euro) destinato al mercato della riviera. Forse l'autista aveva in programma diverse fermate, una per l'extracomunitario. A casa del marocchino (in regola con il permesso di soggiorno) i carabinieri hanno trovato un bilancino, del denaro e soprattutto un'agenda con annotati tutti i movimenti, i conti della cocaina venduta e gli incassi: e su tali appunti potrebbero evolversi le indagini coordinate dal pubblico ministero Fabio Di Vizio. L'autista napoletano e il marocchino sono ora in carcere a Forlì accusati di possesso a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Mentre i carabinieri stavano controllando il camion lungo la vecchia Statale, una persona in scooter, appena li ha visti ha invertito la marcia , è caduta e poi è fuggita a piedi per i campi abbandonando il mezzo che non è risultato rubato. I carabinieri hanno provato a inseguirla e stanno cercando di identificarla ma non è da collegare con questo caso di traffico di sostanze stupefacenti: può darsi che fosse un clandestino o comunque qualcuno che avesse qualcosa da nascondere ai militari dell'Arma.