Luned́ 06 Dicembre23:00:33
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

M'illumino di meno, aderisce anche Rimini

Ambiente Rimini | 17:22 - 10 Febbraio 2009

13 febbraio 2009 - 5 giornata internazionale del risparmio energetico


Il Comune di Rimini, per il terzo anno consecutivo, aderisce a M’illumino di meno, il 13 febbraio, la grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico, indetta per il quinto anno consecutivo dalla trasmissione radiofonica di Radio2, Caterpillar, che ha ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo.

Le azioni e gli appuntamenti che verranno organizzati per l’occasione sono:
-lo spegnimento delle luci, dalle ore 18 in poi di venerdì 13 febbraio del Ponte di Tiberio, del Tempio Malatestiano, dell’Arco d’Augusto e, in Piazza Cavour, della Statua del Pontefice, della Fontane della Pigna e della facciata dell’ex Teatro Galli;
-lo spegnimento delle luci proposto alle 6.000 imprese aderenti all’Associazione Provinciale CNA di Rimini (in particolare ai ristoranti e ai bar, con l’invito a cenare a lume di candela) e ai 700 alberghi iscritti all’Associazione Italiana Albergatori;
-una lettura a lume di candela per genitori e bimbi dalle ore 20.45 presso il Centro per le Famiglie (Piazzetta dei Servi, 1 Rimini). Per informazioni – Centro per le Famiglie tel. 0541/51551.


La campagna di M’illumino di meno 2009, iniziata il 12 gennaio, si protrarrà fino al 13 febbraio, dando voce al racconto delle idee più interessanti e innovative, in Italia e all’estero, per razionalizzare i consumi d’energia e di risorse, dai piccoli gesti quotidiani agli accorgimenti tecnici che ognuno può declinare a proprio modo per tagliare gli sprechi.

Dopo il successo delle passate edizioni, i conduttori Cirri e Solibello chiederanno nuovamente agli ascoltatori di dimostrare che esiste un enorme, gratuito e sotto utilizzato giacimento di energia pulita: il risparmio. L’invito rivolto a tutti è quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili il 13 febbraio 2009 dalle ore 18.

Nelle precedenti edizioni M’illumino di meno ha contagiato milioni di persone impegnate: semplici cittadini, scuole, aziende, musei, gruppi multinazionali, società sportive, istituzioni, associazioni di volontariato, università, commercianti e artigiani hanno aderito, ciascuno a proprio modo, alla Giornata del Risparmio. Lo scorso anno il "silenzio energetico" coinvolse simbolicamente le piazze principali in Italia e in Europa: a Roma il Colosseo, il Pantheon, la Fontana di Trevi, il Palazzo del Quirinale, Montecitorio e Palazzo Madama, a Verona l’Arena, a Torino la Basilica di Superga, a Venezia Piazza San Marco, a Firenze Palazzo Vecchio, a Napoli il Maschio Angioino, a Bologna Piazza Maggiore, a Milano il Duomo e Piazza della Scala ma anche Parigi, Londra, Vienna, Atene, Barcellona, Dublino, Edimburgo, Sofia, Palma de Mallorca, Lubiana si sono "illuminate di meno", come altre decine di città in Germania, in Spagna, in Inghilterra, in Romania.

Anche grazie al contributo di ANCI e ANPCI nella diffusione capillare dell’iniziativa, molte città italiane si sono mobilitate per coinvolgere i comuni gemellati all’estero.

< Articolo precedente Articolo successivo >