Domenica 27 Settembre22:33:20
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Letizia Moratti, al salone dell'enogastronomia Squisito

Attualità Rimini | 22:49 - 31 Maggio 2008 Letizia Moratti, al salone dell'enogastronomia Squisito

Il problema-droga comprende domanda e l'offerta, e bisogna combatterli insieme. Lo ha sottolineato il sindaco di Milano, Letizia Moratti, al salone dell'enogastronomia 'Squisito!' a San Patrignano, dove - ha aggiunto - "sono rappresentate tante positive iniziative sia sul fronte della produzione, con la conversione delle colture, sia su quello della riduzione della domanda, a cominciare dalla dimostrazione offerta dalla stessa comunità di Sanpa. Sono esempi da imitare e ai quali è necessario dare appoggio". Moratti ha citato la cooperativa Giotto, che opera nel recupero di detenuti nel carcere di Padova inserendoli in filiere di produzioni di eccellenza: "Tra i lavoratori ha un tasso di recidiva dell'1% contro circa il 90 della popolazione carceraria media. Pensiamo di applicare questa esperienza nel carcere di Bollate, dove sono reclusi i lungo-carcerati". Il sindaco si è soffermata sull'impatto ambientale delle piantagioni di coca, con deforestazioni e massiccio uso di chimica: "Non a caso l'agroalimentare sarà uno dei focus del Festival dell'ambiente, a Milano dal 5 all'11 giugno, insieme con l'ambiente in senso stretto e con la salute". Moratti ha annunciato anche l'impegno del Comune "per promuovere l'uso dello zafferano prodotto da 'Afghan Saffron' in quelle che un tempo erano piantagioni di papavero da oppio. Se lo stesso aiuto arrivasse anche agli ex produttori di oppio e di coca che si sono convertiti al caffé e al cacao - ha osservato - questo processo virtuoso verrebbe molto rafforzato".