Domenica 29 Novembre12:02:21
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ladri stordivano vittime con scosse elettriche, arrestati

Cronaca Rimini | 18:46 - 24 Agosto 2009 Ladri stordivano vittime con scosse elettriche, arrestati

Stordivano le loro vittime con apparecchi che danno scosse elettriche per agire indisturbati nel derubarle. Ma i carabinieri del reparto operativo di Rimini guidati dal maggiore Marcello Manca li hanno arrestati. E' finita così la "carriera" di due ladri rumeni specializzati in cellulari. I due si erano stabiliti in un residence di Rimini. Dopo giorni di appostamenti per vedere i loro movimenti, i militari hanno fatto irruzione nella loro camera, bloccando i due giovani e recuperando più di 20 telefoni cellulari di varie marche, 3 computer portatili, una telecamera, una macchina fotografica, per un totale di più di 20 mila euro. In possesso dei due sono stati trovati anche degli apparecchi per produrre la scossa elettrica che servivano per stordire le vittime. Gli arrestati hanno 25 e 26 anni. I due "lavoravano" in zona già da febbraio. Ora si trovano in carcere a Rimini.