Martedė 01 Dicembre02:36:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La Romagna del 500 vista da Leonardo

Cultura Cesena | 15:17 - 25 Giugno 2008

Appunti di fisica, meccanica e idraulica ma anche sugli usi e costumi in voga nelle campagne romagnole facendo così rivivere uno spaccato di vita quotidiana del 1500. A firmarli, Leonardo da Vinci. Sono alcuni dei 'pezzi' in mostra nel museo dedicato all'artista e scienziato toscano appena inaugurato a Sogliano al Rubicone, nel forlivese. Allestito in due sale del palazzo Ripa-Marcosanti, il museo é la testimonianza concreta del viaggio che Leonardo fece tra Cesenatico, Rimini e Cesena nell'agosto del 1502. Incaricato da Cesare Borgia (vicario per conto della Chiesa nel ducato di Romagna) di esaminare i luoghi e le fortificazioni presenti sul territorio, l"ingegnere-architettò finì per tracciare planimetrie delle città attraversate e aggiornare le mappe dei territori conquistati. Traccia di quel lavoro è nelle notazioni e nei disegni del cosiddetto 'manoscritto L' (oggi nella biblioteca dell'Istituto di Francia a Parigi), le cui copie anastatiche sono nella sezione scientifica del museo soglianese. L'allestimento ha anche una sezione etnografica che conserva studi sull'acqua, il suono e la natura. Tra questi spiccano i modelli e le immagini delle 'concavita''. Si tratta di grandi incavature coniche che i pastori dell'Appennino romagnolo realizzavano con le corna degli animali per comunicare tra loro, orientarsi in situazioni di scarsa visibilità o segnalare pericoli. Interpretando il disegno fatto da Leonardo nel manoscritto L, sono state ricostruite due concavità. Info: Comune di Sogliano, tel. 0541 817311, www.comune.sogliano.fc.it